Page 6 - Notiziario2021-2
P. 6

PAGINE DI STORIA











            tivo valore. E il bello è che tale partecipazione gli fu  Chaffardon acquisito nel 1638, eretto a marchesato
            forse attribuita con eccessiva generosità, frutto della  nel 1682. Ebbe quindi anche la baronia de La Bâtie,
            confusione esistente nella documentazione coeva e       col relativo castello acquisito nel 1679, elevata a mar-
            nelle successive ricostruzioni.                         chesato il 25 marzo 1699. Va spiegato che esisteva una
            Inquadriamo, per cominciare, il personaggio. La fami-   sorta di scala gerarchica dei titoli feudali, esemplifi-
            glia d’Oncieu (o d’Oncieux) era francofona e origina-   cando possiamo dire che il barone occupasse il livello
            ria della Savoia. Questa regione, oggi francese, aveva  inferiore, il marchese e il conte l’intermedio e il duca
            costituito il nucleo iniziale dei possedimenti del Duca  la posizione immediatamente precedente al re.
            di Savoia – poi Re di Sardegna e d’Italia – da cui è in  I due marchesati, per decisione del Duca di Savoia
            definitiva stato avviato il processo d’unità nazionale.   Vittorio Amedeo II, furono divisi fra i due figli di
            Si hanno notizie dei d’Oncieu fin dal XIII secolo: ad   François. Il maggiore, Guillaume, ottenne quello de
            esempio il cavaliere Guy d’Oncieu nel 1217 aveva do-    la Bâtie e dette origine al ramo cadetto dei d’Oncieu
            nato al 9° conte di Savoia Thomas (o Tommaso) I al-     de  la  Bâtie;  il  secondo,  François-Antoine,  ebbe  lo
            cuni possedimenti, a dimostrazione del forte legame     Chaffardon  da  cui  originò  l’altro  ramo  cadetto,  i
            già allora esistente con quella casata. Nel XVII sec.   d’Oncieu de Chaffardon.
            François d'Oncieu, trasferitosi a Chambéry, divenne     Jean Baptiste d’Oncieu de La Bâtie nacque a Cham-
            Primo Presidente del Senato della Savoia e i suoi ser-  béry, il 3 luglio 1765, secondo di 4 figli, da Guil-
            vigi vennero ricompensati dal Duca di Savoia che lo     laume, nipote del capostipite del ramo. Quando ebbe
            nominò signore di Saint-Jean-d'Arvey col castello di    15 anni, nel 1780, nacque il fratello minore Eugène



                                                       CARTA DELLA SAVOIA DEL 1600






































            6 NOTIZIARIO STORICO DELL’ARMA DEI CARABINIERI - N. 2 ANNO VI
   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11