UN MONDO CHE CAMBIA PRESENTATO A ROMA IL CALENDARIO CITES 2018
16/02/2018


citesUn elefante dai contorni che sbiadiscono, simbolo della piaga del bracconaggio che ogni anno in Africa uccide 20mila esemplari, è l'immagine della copertina del nuovo calendario fotografico Cites 2018 dei Carabinieri Forestali. "Un mondo che cambia - A Changing World" è lo slogan della pubblicazione, volto a testimoniare i mutamenti del Pianeta anche a causa dello sfruttamento intensivo delle risorse da parte dell'uomo, che altera gli habitat, concorrendo all'estinzione di molte specie animali e vegetali. Oltre all'elefante, nei 12 mesi, il calendario ritrae numerose specie simbolo minacciate.
"Il calendario è un veicolo per diffondere il rispetto e l'amore per gli animali e la flora, in particolare tra i giovani", ha detto il Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Tullio del Sette, durante la presentazione della pubblicazione presso la Caserma Salvo D’Acquisto a Roma. "Il traffico di specie selvatiche - ha poi evidenziato il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti – è diventato una delle attività criminali più redditizie in tutto il mondo, con effetti devastanti per la biodiversità ed un impatto altrettanto negativo sui Paesi coinvolti”.
Nei primi 11 mesi del 2017 i Nuclei dei Carabinieri CITES attivi contro il commercio illegale di flora e fauna hanno effettuato 18.013 accertamenti sul territorio italiano, controllando 561.430 esemplari tra piante, animali e prodotti derivati da specie protette. Nel corso degli accertamenti sono stati sequestrati 8.830 esemplari vivi, morti o parti derivate. Sono stati contestati 120 illeciti penali e 67 illeciti amministrativi per un totale di 485.684 euro di sanzioni. Il valore degli esemplari vivi o morti sequestrati ammonta invece a 1,09 milioni di euro.