PIANETA ANIMALI  a cura di Monica Nocciolini
SCOTTONA O FASSONA? IL REBUS CHE FA MUUUHHH
27/04/2018


Mucca razza piemontese_verticaleScottona piemontese, fassona piemontese, fassone, razza piemontese: chi son costoro? Il poker di denominazioni fa capo in realtà a due soli animali. La scottona non è una razza, bensì una femmina di bovino destinata alla macellazione il cui «stato civile» la trova senza gravidanze all’attivo. Può avere fino a 24 mesi, ma raggiunge anche i tre anni. Ogni razza bovina, dunque, conta esemplari di scottona: piemontese ma anche chianina o quant’altro.

Altro paio di maniche per la Razza Piemontese, o Fassone (dal francese façon, modo, maniera: mucca alla maniera piemontese). L’uso comune di declinare al femminile ‘fassona’ risiede nel maggior pregio delle carni delle femmine. Alla Piemontese è dedicato un intero museo a Carrù, in provincia di Cuneo. Dal 1960, il controllo della selezione della razza è affidato all’Associazione nazionale degli allevatori (A.Na.Bo.Ra.Pi.) che ne ha fissata la caratteristica morfologica distintiva: l’ipertrofia muscolare (o doppia coscia, doppia groppa, groppa di cavallo…). L’origine di questa razza, spiega il direttore dell’associazione Andrea Quaglino, ha del leggendario: 30mila anni fa, lo zebù pakistano giunto dall’Est all’attuale Piemonte si vide il cammino sbarrato dalle Alpi. Ibridazioni, mutazioni, ere ed ere trascorsero finché, a Guarene d’Alba (CN) a fine Ottocento, nacque il primo soggetto portatore della caratteristica ipertrofia muscolare.