www.carabinieri.it

Eventi

Presentata la serie commemorativa di francobolli del Bicentenario dell'Arma edita da Poste Italiane
Roma ,  16/07/2014
Proseguono le numerose iniziative organizzate per celebrare il Bicentenario di Fondazione dell'Arma dei Carabinieri. Il 16 luglio scorso, alle ore 11:00, presso la "sala stampa" della Presidenza del Consiglio dei Ministri è stata presentata la serie di quattro francobolli, realizzata in occasione dei 200 anni della Benemerita.

Presentata la serie commemorativa di francobolli del BicentenarioLa cerimonia si è svolta alla presenza dell'On. Luca Lotti, Sottosegretario di Stato con delega all'Editoria, dell'On. Antonello Giacomelli, Sottosegretario di Stato al Mise, della Dott.ssa Luisa Todini, Presidente di Poste Italiane, di un rappresentante dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri Generale Leonardo Gallitelli, nonché di una rappresentanza del Co.Ce.R.

La serie filatelica è stata intitolata al "Senso civico" che nel corso degli anni ha caratterizzato costantemente l'attività dei militari dell'Arma in favore di cittadini e Istituzioni, cui sono rimasti fedeli, soprattutto nel corso delle avversità e dei mutamenti storici che si sono verificati. Dalla capacità di aver saputo tramutare i valori in azioni, sono nati atti di generoso sacrificio, che, a partire dal silente agire quotidiano di ogni Carabiniere, è giunta a tratteggiare luminose figure eroiche.Presentata la serie commemorativa di francobolli del Bicentenario

I quattro francobolli emessi hanno un valore facciale di 70 centesimi ciascuno e sono inseriti su un pregevole foglio, sul cui sfondo è rappresentato il dipinto "Carabinieri a cavallo", realizzato da Giovanni Brunori nel 1872. Le quattro effigi raffigurano: un particolare del Monumento al Carabiniere di Torino; la Caserma "Chiaffredo Bergia" di Torino ove è stata fondata l'Arma; l'opera "Carabinieri nella tormenta", realizzata nel 1973 dallo scultore Antonio Berti ed infine il logo del Bicentenario. Sono opera degli artisti Maria Carmela Perrini e Luca Vangelli de' Cresci, ell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.