www.carabinieri.it

Eventi

Avvicendamento nella carica di Vice Comandante Generale tra i Gen. C.A. Roberto SANTINI e Roberto CIRESE
Roma ,  27/02/2006
Questa mattina, alla presenza del Comandante Generale, nella splendida cornice della Scuola Allievi Carabinieri di Roma, caserma "Cap. Orlando De Tommaso, M.O.V.M.", si è svolta la cerimonia di avvicendamento nella carica di Vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri tra il generale di Corpo d'Armata Roberto Santini ed il pari grado Roberto Cirese, che lascia il Comando Interregionale CC "Vittorio Veneto".
Resa degli onori al Comandante Generale Luciano Gottardo
Prima dell'inizio della cerimonia, i due alti ufficiali hanno deposto una corona d'alloro al Sacrario dei Caduti del Museo Storico dell'Arma, alla presenza di quel Direttore, del Comandante Interregionale CC "Podgora", del Comandante della Regione Carabinieri "Lazio" e di una rappresentanza di militari in servizio e in congedo della Capitale.
E' seguito il saluto alla Bandiera di Guerra dell'Arma, custodita nella Scuola Allievi Carabinieri di Roma, alla presenza del Comandante delle Scuole, del Comandante della Scuola Allievi di Roma, nonché di una rappresentanza del quadro permanente dell'Istituto.
Un momento della cerimoniaLa solenne cerimonia si è tenuta al cospetto del Comandante Generale Luciano Gottardo, presenti i vertici dell'Istituzione in servizio e in congedo, rappresentanti del Co.Ce.R. Carabinieri, alcuni esponenti del Parlamento ed autorità cittadine. Per l'occasione si sono schierati: la Bandiera di Guerra e la Fanfara della Scuola Allievi di Roma, il Medagliere dell'Associazione Nazionale Carabinieri, un Reggimento di formazione su due Battaglioni su due Compagnie ciascuno, le rappresentanze dei carabinieri in servizio, dell'Associazione Nazionale Carabinieri e dell'O.N.A.O.M.A.C..
Un momento della cerimoniaDopo gli onori resi alla Bandiera ed al generale Gottardo, sono seguiti gli interventi del Vice Comandante cedente, del subentrante e del Comandante Generale. Il generale Gottardo, in particolare, ha ricordato le "pregevolissime qualità umane e professionali del generale Santini che ne hanno contraddistinto, ovunque, l'azione sempre molto efficace e determinante, avendo ricoperto, in 45 anni di servizio, importantissimi incarichi di comando e di Stato Maggiore nei quali ha fornito impareggiabili contributi, a conferma delle sue straordinarie capacità, distinguendosi per il suo esemplare stile di vita". Al generale Cirese, di cui il Comandante Generale Ufficiale ha apprezzato le "pregevoli risorse intellettuali e professionali", ha formulato "gli auguri più sinceri per il delicato lavoro che l'attende, con le felicitazioni più vive per l'ambito traguardo raggiunto, certo che l'Arma potrà fare pieno affidamento sul suo incondizionato e qualificato impegno".
Il Generale Santini, rimasto in carica per la durata massima prevista (un anno) ed attualmente più anziano fra i generali di corpo d'armata dei carabinieri, resta in servizio con incarichi speciali presso il Comando Generale dell'Arma