TURISMO
GLI ITINERARI ROMANTICI IN ITALIA
10/02/2022
di Filly Di Somma

Trekking urbani ed extraurbani alla scoperta di tanti luoghi suggestivi della Penisola

 


FOTO A
A Genova, la Passeggiata di Nervi con viste, scorci marini e baie
Che sia urbano o extraurbano, il trekking è da sempre una delle più belle attività per mantenersi in forma, esplorare posti magnifici, gustare le specialità enogastronomiche e vivere un’esperienza romantica. In Italia, dal Nord al Sud, isole comprese, sono davvero tanti gli itinerari da percorrere in coppia. In Trentino Alto Adige, visitando il Viel del Pan, si può ammirare la Marmolada, una delle montagne più famose delle Dolomiti.

Durante il tragitto ci sono le baite e i rifugi che accolgono i trekkisti per una piacevole sosta. L’itinerario comincia a Canazei da dove si raggiunge il punto più alto fino a 2.450 metri. Sulle Dolomiti del Brenta si percorre il Sentiero degli Innamorati, un paradiso a 1.430 metri di quota, che conduce ad un balcone naturale affacciato sulla Valle dell’Adige, e qui si possono leggere le poesie d’amore collocate lungo il cammino.

In Valle d’Aosta, il Parco Nazionale del Gran Paradiso, uno spettacolo della montagna con la flora e la fauna delle Alpi, tra marmotte e stambecchi, è un vero e proprio gioiello della natura. Ci si addentra tra valli, passi e colli dai panorami mozzafiato.

FOTO B
La via di Pienza da cui si ammira il belvedere della Val d’Orcia.
In Piemonte, il Belvedere dell’Amore, nel borgo di Coniolo, in provincia di Alessandria, è considerato il più romantico del mondo, affacciato sulle colline del Monferrato. Si per corre una piacevole passeggiata sulla cima della collina, su cui è posizionata una vetrinetta con la scritta “Aprire solo in caso di amore vero”, all’interno ci sono rose recise di vari colori, che gli innamorati si possono regalare.

In Lombardia, la Valcamonica, è una valle delle Alpi Lombarde, con viste sul Lago d’Iseo e fiume Oglio fino a Ponte di Legno. Le 140.000 incisioni di disegni geometrici che si incontrano lungo il tragitto coprono 8.000 anni di storia, rendendo la passeggiata suggestiva. Il Greenway del Lario, nei pressi del Lago di Como, è lungo 10,5 km, si trova di fronte a Bellagio, a sud di Menaggio, tra Colonno e Cadenabbia, nella parte ovest del lago. Un piacevole cammino tra Lenno e Tremezzo, con una sosta alla famosa Villa Carlotta.

FOTO C
In Liguria, tra Camogli e Portofino, a picco sul mare, si percorre Via San Fruttuoso.

In Liguria, tra Camogli e Portofino, a picco sul mare, si percorre Via San Fruttuoso: tante sono le scale ma da qui la vista che si ammira è a prova di bacio. Il Sentiero Azzurro, nelle Cinque Terre, tra Vernazza e Monterosso regala piacevoli momenti per un cammino romantico, così come in provincia di Genova, con la Passeggiata Anita Garibaldi a Nervi, con viste, scorci marini, baie e la Torre Groppallo. La Passeggiata degli Innamorati unisce Borgo Foce a Borgo Marina, ed è scenografica, con un panorama dove perdere lo sguardo a picco sul mare.

FOTO D
In Campania, il Sentiero degli Dei inizia a Bomerano e termina nella pittoresca Positano con vista sul mare.







CASTELLI, MONASTERI E PIEVI

In Toscana, l’Anello del Rinascimento, con i suoi 170 km di percorso che culminano con la cupola del Duomo di Firenze, tra castelli, monasteri, pievi antiche, conduce dolcemente nel cuore di Firenze e Fiesole. Per gli amanti della natura ma anche dell’arte è il percorso ideale. Suggestive da percorrere sono anche Le Vie dell’Amore a Pienza, con la Via del Bacio, da cui si ammira il belvedere della Val d’Orcia, la Via della Fortuna e la Via Buia. La strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana, con le Alpi Apuane e il mare che fanno da sfondo, insieme alle aziende vitivinicole, regalano una passeggiata in tutto relax. Mare, montagne, castelli, borghi si incontrano lungo il percorso.

Nelle Marche, la Passeggiata degli Innamorati a Gradara, è un tracciato lungo 3 km che si snoda tra le vie del borgo e poi raggiunge i campi circostanti.

L’Umbria, con i Parchi Naturali Regionali, è sicuramente la regione italiana dove si possono ammirare paesaggi unici. Tanti i percorsi tra i Parchi di Colfiorito, Monte Cucco, Monti Sibillini, Monte Subasio, Trasimeno e il Parco Fluviale del Nera. Per gli amanti del trekking urbano, a Città della Pieve, una cittadina medievale da favola in provincia di Perugia, si percorre il Vicolo Baciadonne, il più stretto d’Europa, dove è obbligatorio baciarsi.

FOTO E
Il Belvedere dell’Amore, nel borgo di Coniolo in provincia di Alessandria, è considerato il più romantico del mondo, affacciato sulle colline del Monferrato




VIGNETI, ULIVETI E MARE

Il Lazio, da Jenne a Subiaco, lungo la Valle dell’Aniene, regala scorci naturalistici fluviali intrisi di storia. Nel Parco dei Monti Simbruini c’è un tragitto accompagnato da suggestivi monasteri. La piazzetta panoramica di Jenne è il punto di partenza, poi si arriva in un boschetto e da lì si incrocia il sentiero principale. Da qui si incontrano le Grotte dell’Inferniglio, il fiume Aniene, Il Monastero del Sacro Speco e il lago di San Benedetto.

In Abruzzo, la Valle di Selvaromana, è un sentiero con vista su boschi, vallate, canyon e qualche camoscio che corre in libertà in un verde incontaminato. Bellissimi sono gli scorci fino ad ammirare l’imponente montagna d’Ugni.

In Campania, il Sentiero degli Dei, inizia a Bomerano e termina nella pittoresca Positano con vista sul mare.

In Puglia, Limitone dei Greci si snoda tra vigneti, uliveti e campi di grano, con soste nelle varie aziende vitivinicole dove sorseggiare due calici di vino. Il Cuore di Pietra, nel centro storico di Mesagne, in provincia di Brindisi, è un percorso di trekking urbano per scoprire con sorpresa la romantica forma a cuore. In provincia di Foggia, il Vicolo del Bacio è incastonato nel Parco Nazionale del Gargano.

In Sicilia, Stromboli, romantica isola a forma di cono che sorge dal mare, regala una passeggiata trekking emozionante, tra il paesaggio e lo spettacolo dei fuochi quando il vulcano è in attività.

Nella parte sud-occidentale della Sardegna si percorre Vallermosa, letteralmente valle bella e fertile, ricca di boschi, torrenti e cascate. Qui i trekkisti romantici si addentrano nella folta vegetazione, accompagnati da una caratteristica fauna come il cervo sardo, l’aquila reale o i daini. Il percorso poi culmina nell’area archeologica di Matzanni.