AMBIENTE
UNA DISCARICA ABUSIVA IN AREA ECOLOGICA
01/05/2018


FOTO DISCARICA

Un’area archeologica di circa 15mila metri quadrati lungo l’Appia Antica era diventata una discarica abusiva, usata per sversare rifiuti speciali anche pericolosi. L’area è risultata di proprietà del Comune di Roma che, nel 2008, l’aveva espropriata per fini di pubblica utilità. Questa la scoperta fatta dai Carabinieri della Compagnia Roma Casilina, della Stazione Roma Appia e dal Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri per la tutela forestale di Roma. La zona è stata sequestrata a titolo preventivo su richiesta della Procura capitolina. Denunciati un cittadino bosniaco sorpreso a sversare illecitamente rifiuti speciali trasportati su un autocarro e un appartenente alla famiglia Casamonica che lo aveva “autorizzato”. Quest’ultimo aveva anche affittato una roulotte a due cittadini romeni realizzando un allaccio abusivo alla rete elettrica di un’abitazione vicina in cui vive un’altra appartenente alla famiglia.