AMBIENTE
L’IMPORTANZA DELLE “RADICI”
16/02/2018

Numerose le iniziative in tutta Italia in occasione della Giornata nazionale degli alberi. L’Arma dei Carabinieri festeggia questa antica tradizione a testimonianza della difesa dell’ambiente e dei beni comuni


TLDB_9212ra gli elementi che compongono lo stemma araldico dell’Arma dei Carabinieri è presente un albero, per la precisione una quercia, ad indicare le radici e la fedeltà che contraddistinguono l’Istituzione. Un simbolo che oggi acquista ancora più significato e valore per il forte impegno profuso dai Carabinieri nella tutela ambientale anche grazie all’attività condotta dal Comando Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare (CUTFAA) che, nel solco della tradizione, ha partecipato a diverse iniziative che si sono svolte in tutta Italia, in occasione della “Giornata nazionale degli alberi” del 21 novembre. "Radici", il tema della giornata, intese sia come elemento fondamentale di contrasto al dissesto idrogeologico, sia come richiamo alle origini comuni e alla indispensabile necessità di tenersi stretti gli uni agli altri nel nome del reciproco sostegno, della cooperazione e dell'uguaglianza. 
A Roma, nel Parco di Casale Renzi del Comando Generale dell’Arma, il Comandante Generale, Tullio Del Sette, ha preso parte alla messa a dimora di otto piante allevate presso il Centro Nazionale per la Conservazione della Biodiversità di Pieve S. Stefano fra cui due cloni della sequoia monumentale del Parco del Castello di Sammezzano presso Incisa (Firenze), una delle piante più alte presenti in Italia ed esemplare di eccezionale valore storico. Alla suggestiva cerimonia ha partecipato anche una scolaresca della Capitale.
Sempre a Roma, il Generale di C. A. Antonio Ricciardi, Comandante UTFAA, durante la terza edizione degli Stati Generali del Verde Urbano, organizzati dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare insieme all’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e al Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, ha presentato il foglietto erinnofilo dedicato alla Giornata che è stato realizzato dall’Officina Carte Valori e Produzioni Tradizionali dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, in collaborazione con l’Arma. L’opera, creata con tecnica mista e calcografica da Maria Carmela Perrini, raffigura il mondo custodito tra i rami di una quercia, costituito da varie specie arboree, simbolo di biodiversità.
A Napoli, invece, alla Mostra D’Oltremare, il WWF Italia ha organizzato insieme ai Carabinieri una tre giorni di iniziative con visite alla natura urbana, laboratori ed eventi. Slogan della manifestazione "Abbraccia il tuo futuro non mandarlo in fumo”. I tanti incendi che la scorsa estate hanno devastato i nostri boschi hanno colpito duramente la Campania, per questo la festa degli alberi a Napoli ha assunto un valore ancora più profondo. Durante la manifestazione, infatti, sono stati raccolti fondi per ripopolare il bosco degli Astroni, andato in fumo.
In Italia la Giornata nazionale degli alberi è stata riconosciuta nel 2013. Questa ricorrenza rappresenta l'occasione per sensibilizzare i cittadini sull'importanza degli alberi per la vita dell'uomo e per l'ambiente.  Gli alberi svolgono un ruolo cruciale per la natura: contribuiscono a contrastare fenomeni come il dissesto idrogeologico, mitigano il clima, migliorano la qualità della vita, proteggono il suolo e rendono l'aria più respirabile