AMBIENTE
FILO DIRETTO CON LE ASSOCIAZIONI
13/02/2018
di Montserrat Hidalgo

Arma dei Carabinieri e società civile per la tutela dell’ambiente

FOTO A - APERTURA ARTICOLOLa protezione della natura, degli animali e del patrimonio culturale è al centro di una serie di accordi che l’Arma dei Carabinieri ha stipulato con il mondo dell’associazionismo e con altri Enti pubblici. I portatori d’interesse si sono riuniti a novembre nella Caserma Salvo D’Acquisto. Presenti il Comandante Generale Tullio Del Sette e il Comandante delle Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare (CUTFAA), Antonio Ricciardi. Il mondo delle associazioni e del volontariato rappresenta per l’Arma un fondamentale alleato nella mission di tutela ambientale, oltre che un’occasione di confronto. Le associazioni hanno il ruolo di “sentinella” in grado di segnalare situazioni di minaccia al territorio, di maltrattamenti di animali e di reati commessi in danno del patrimonio comune. A questo scopo presso il CUTFAA è stato istituito il Centro per lo Sviluppo delle Convenzioni. Ne sono state stipulate circa 40 e nuovi accordi sono in itinere.

LE ORGANIZZAZIONI FIRMATARIE
Tra le ultime associazioni che hanno siglato accordi con l’Arma, la FIPSAS FederazioneFOTO B Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee svolge il presidio delle acque e anche dei fiumi nei quali viene effettuata una pesca di frodo molto aggressiva, con chilometri di reti ed elettrostorditori per il prelievo di carpe o siluri che sono destinati al mercato estero. L’AGEA si occupa delle erogazioni nel settore agricolo dove ci sono molte truffe legate al possesso della terra. Ogni anno vengono presentate dagli agricoltori 650mila domande.
Il WWF è da sempre impegnato nell’antibracconaggio, un’attività che comporta anche molti pericoli per i volontari. Effettua anche censimenti degli scarichi abusivi ed attività di divulgazione ambientale.
LEGAMBIENTE collabora con l’Arma dal 1984, si occupa di redigere il rapporto annuale sulle ecomafie e porta avanti il progetto Cambio pulito con il CUTFAA per la raccolta di pneumatici fuori uso. In collaborazione con il Comando Tutela Patrimonio Culturale si occupa anche del recupero di opere d’arte nelle zone terremotate. Il Touring Club Italiano (TCI) collaborerà con l’Arma nella salvaguardia delle 130 Riserve Naturali dello Stato gestite dall’Arma e il Club Alpino Italiano (CAI) per promuovere la legalità e la tutela ambientale nelle aree montane.
FARE AMBIENTE nasce tra docenti universitari di diritto e politica ambientale. Ha nei suoi programmi la redazione di un manifesto, iniziative legislative e di educazione ambientale. ITALIA NOSTRA si occupa di promuovere iniziative di sensibilizzazione per la tutela del territorio, del patrimonio storico e del paesaggio, con la produzione di documenti e pubblicazioni.
FOTO C - di  MAX PERRINILa Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA) promuove il ruolo delle scienze della Terra nella protezione della salute, della qualità dell’ambiente naturale ed antropizzato e nell’utilizzo più responsabile del territorio e delle sue risorse. La Federazione Motociclistica Italiana (FMI) da 5 anni collabora con i Carabinieri Forestali. Ha messo a disposizione motoslitte per soccorso e ricerca dispersi, anche in occasione della tragedia di Rigopiano. L’ACCADEMIA KRONOS, attiva dal 1970, ha lavorato per la preparazione della legge antincendio del 1975 e fa parte di un organismo mondiale legato al turismo responsabile. La Federazione Italiana Dottori in Scienze Agrarie e Forestali (FIDAF), promuove la ricerca e l’innovazione tecnologica, sostiene progetti per l’uso dell’acqua per lo spegnimento degli incendi e per questo auspica un piano di recupero dei laghetti collinari. La SOCIETÁ ROMANA DI SCIENZE NATURALI, da 50 anni si occupa di parchi, biodiversità, formazione e collezioni museali. I PARCHI LETTERARI lavorano con le comunità italiane ad un sistema di recupero di territori resi celebri da famosi scrittori, che vengono per questo valorizzati coinvolgendo la popolazione anche per evitare l’esodo dai piccoli comuni. Alcuni esempi noti sono l’idroscalo di Ostia con l’Oasi Lipu e il Parco letterario, come pure i luoghi dannunziani delle Gole del Sagittario.

IL BENESSERE DEGLI ANIMALI
Tra le associazioni animaliste, la LAV offrirà supporto e collaborazione per la ricerca di spazi e strutture idonee per la custodia di animali oggetto di sequestri o provvedimenti giudiziari, la LIPU, che ogni anno si avvale di 320mila ore di lavoro svolte dai suoi volontari, metterà a disposizione i suoi centri di recupero fauna selvatica. L’ENPA vigilaFOTO D sul traffico internazionale di animali e sul benessere di questi ultimi negli allevamenti. Mette in guardia dai pericoli delle carni con antibiotici o sbiancate artificialmente e sensibilizza sul fenomeno del randagismo soprattutto in Sardegna. Il CABS ha sede a Bonn, è nata nel 1975 e collabora con i Carabinieri forestali e con altre 10 Forze di Polizia europee nelle zone ad alto rischio di bracconaggio. Le principali operazioni sono state effettuate in Calabria, a Brescia e sull’Isola di Ponza con buoni risultati.
E ancora, l’associazione CODICI, la FEDERAZIONE APICOLTORI ITALIANI, EARTH, ARDEA e l’ARCICACCIA, che propone un’attività venatoria ecocompatibile e sostenibile, con funzione eco-regolatrice. Sensibilizza sul tema delle specie problematiche e aliene e sulla sicurezza nell’uso delle armi.