UOMINI E PIANTE a cura di Antimo Palumbo
IL FIORE CHE DIVENTA TRASPARENTE
07/04/2020


Skeleton flower 2 OKIl Podophyllum grayi (F. Schmidt) Christenh. & Byng è una pianta erbacea perenne e rizomatosa, alta dai trenta ai cinquanta centimetri, che appartiene alla famiglia delle Berberidaceae, la stessa del Berberis vulgaris, il comune crespino. È originaria delle regioni centrali e settentrionali del Giappone e dell'isola di Sakhalin, che si trova nell'oceano Pacifico settentrionale all'estremo oriente russo, caratterizzata da inverni molto rigidi con estati più temperate. È una pianta mesofila che cresce spontanea nelle valli di montagna in luoghi ombrosi o semi-ombrosi e su terreni fertili e umidi. I suoi petali bianchi quando piove diventano magicamente trasparenti e scheletrici per poi ritornare bianchi una volta asciutti, per questo motivo è conosciuta come Skeleton flower ovvero “fiore scheletro". Questo sorprendente fenomeno avviene perché nella struttura cellulare dei petali del fiore non ci sono pigmenti bianchi ma un gran numero di lacune e spazi intercellulari pieni d'aria. Nelle giornate di sole, si verifica una riflessione diffusa tra gli spazi pieni d'aria e le citolinfine incolori, che ci fanno vedere i petali bianchi. In caso di pioggia, l'acqua penetra negli spazi intercellulari e la coppia iniziale aria-liquido (aria-citolinfa) è sostituita da una coppia liquido-liquido ("acqua-citolinfa"). Poiché la citolinfina e l'acqua hanno indici di rifrazione della luce comparabili, la trasmissione della luce aumenta significativamente, e di conseguenza, i petali appaiono trasparenti e chiari come l'acqua. A causa della deforestazione il Podophyllum grayi è divenuto sempre più raro allo stato naturale, ma viene coltivato e diffuso, principalmente per divisione, poiché i semi germinano male. Fiorisce a fine maggio - giugno e i suoi fiori hanno un leggero e gradevole aroma di rosa canina. Ai fiori seguono a fine luglio - agosto delle piccole bacche succose di colore blu scuro. Nel mese di agosto, l'intera parte fuori terra muore. Fino a qualche anno fa il suo nome botanico era Diphylleia grayi Schmidt. Il nome del genere fu creato dal botanico americano André Michaux nel 1803 in Flora Boreali -Americana che lo derivò dal greco dis (due) e phyllon (foglia) per le sue foglie peltate e largamente arrotondate, bilobate all'apice. Quello della specie invece fu dedicato al botanico americano Asa Grey dal geologo paleontologo e botanico estone Carl Friedrich Schmidt nel 1868 in Reisen im Amur-Lande che scoprì e descrisse la pianta durante una spedizione scientifica alla quale prese parte dal 1859 al 1863. Nel 2018 i due botanici Maarten J. M. Christenhusz, olandese naturalizzato inglese, e l’inglese James W. Byng, attenendosi all'ultima classificazione del gruppo di filogenesi per angiosperme (APG IV), hanno spostato il genere da Diphylleia a Podophyllum, creato da Linneo nel 1753 in Species Plantarum dal greco podos (piede) e phyllon (foglia) per le foglie che somigliano alle zampe di anatra. Diphylleia Grayi è anche il nome di una famosa canzone del cantante sudcoreano Kim Jonghyun, ex membro della boy band k-pop degli Shinee, scomparso nel 2017 a ventisette anni. L’incipit della sua canzone dice: “Sei un fiore che diventa trasparente man mano che ti bagni”.