SCIENZA E TECNOLOGIA A WASHINGTON
13/06/2019


forestePer la prima volta l’Italia ha partecipato alla tredicesima riunione della Commissione Mista Italia-USA sulla scienza e tecnologia. Al meeting era presente una delegazione militare del Comando per la Tutela della Biodiversità e dei Parchi del CUFA. Agenzie governative e di ricerca italiane e statunitensi si sono incontrate per una settimana per discutere i progressi della cooperazione nella ricerca e le nuove iniziative di collaborazione in settori quali la fisica, le telecomunicazioni, la salute, le scienze della vita e la resilienza ai disastri naturali. L’evento ha coinciso con il trentesimo anniversario della firma dell'accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra Italia e Stati Uniti. Al gruppo di lavoro sulle foreste hanno partecipato sedici esperti appartenenti alle principali agenzie statunitensi che si occupano di foreste e di ambiente, in particolare il National Park Service, U.S. Forest Service e l’Environmental Protection Agency. I lavori sono stati aperti dall’addetto scientifico dell’ambasciata italiana a Washington, Dr. Stefano Lami, e sono proseguiti con l’intervento del Comandante Gen. D. Davide De Laurentis del Comando per la Tutela della Biodiversità e dei Parchi, che ha presentato le molteplici attività del Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri. A seguire l’intervento del Capo Ufficio Studi e Progetti del CUFA, Ten. Col. Giancarlo Papitto, che ha presentato le attività nazionali nel settore del monitoraggio dello stato di salute delle foreste, dell’inventario forestale e dei progetti a finanziamento europeo LIFE. Gli argomenti al centro della discussione sono stati gli effetti dell’inquinamento atmosferico sugli ecosistemi forestali, le diverse metodologie impiegate per gli inventari forestali e il monitoraggio degli attacchi massivi di insetti. A chiusura dell’incontro sono state poste le basi per lo sviluppo di interessanti programmi nei comuni campi di interesse tra le amministrazioni statunitensi e quelle italiane. La partecipazione dei militari dell’Arma alla Commissione Italia-Stati Uniti su scienza e tecnologia e alle altre attività realizzate è stata possibile grazie alla proficua collaborazione e alla puntuale assistenza assicurate dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma e da quella italiana a Washington.