PIANETA ANIMALI  a cura di Monica Nocciolini
SCOIATTOLO GRIGIO L’EMERGENZA SOTTO CASA
16/02/2018


Scoiattolo grigio nuovaEra arrivato in Italia come animale da compagnia. Poi qualcuno ha liberato il suo scoiattolo grigio con l’intento di disfarsene.
Da questo atto apparentemente privato – e che viene fatto risalire al 1948 nella provincia torinese – ha avuto inizio un guaio collettivo che oggi si traduce in tensione internazionale e nel conflitto interspecifico con lo scoiattolo rosso, la cui popolazione autoctona sta avendo la peggio.
Ormai la presenza dello scoiattolo grigio americano o della Carolina (Sciuris carolinensis) si configura come emergenza. Epicentro a Milano, ma colonie sono in Piemonte, Liguria, Veneto e Umbria.
Di fatto il suo areale si è ampliato in maniera incontrollata, tanto che adesso Francia e Svizzera temono per l’integrità dei loro boschi di confine. Se la specie a stelle e strisce va decimando lo scoiattolo rosso, è in un antagonismo involontario ma efficacissimo: essendo più vigile, si sveglia anche durante il letargo per fare provviste sottraendole al ‘cugino’ rosso.
L’Unione europea ha inserito lo scoiattolo grigio tra le 100 specie invasive più dannose e su di lui pende una sentenza di eradicazione. Il roditore però è assai confidente e opportunista, così spesso è trattato come un beniamino. Invece gli esperti raccomandano di non nutrirlo e di segnalarne la presenza alle autorità competenti per territorio.
Per tutti, c’è il sito: www.usavereds.eu