www.carabinieri.it

News

SCI ALPINO - FINALI DI COPPA DEL MONDO - STREPITOSO FILL, CONQUISTA LA SECONDA COPPA DI DISCESA CONSECUTIVA. VINCE PARIS
Comando Generale Arma Carabinieri - Centro Sportivo, 15/03/2017 19:26
Aspen (USA) - E’ stato un tripudio azzurro quello andato in scena pochi minuti fa sulle nevi statunitensi di Aspen, teatro dell’ultimo atto della Coppa del Mondo 2016/2017 di discesa libera. Sul traguardo il più veloce è stato Dominik Paris (Carabinieri) che ha superato di soli 8 centesimi il compagno di squadra e di Nazionale Peter Fill. I due sciatori tricolori hanno annientato la concorrenza monopolizzando la gara con Fill che firma addirittura la strepitosa impresa di conquistare la coppa di cristallo di specialità per il secondo anno consecutivo. Il fantastico bis del carabiniere altoatesino di Castelrotto celebra ancora una volta la classe e la forza di questo campione assoluto che con quello di oggi raggiunge il sesto podio della stagione, a conclusione di un’altra annata straordinaria, il 20° della carriera, il 13° in discesa libera. Partito con il pettorale numero 3 Peter ha confermato quanto di buono fatto vedere nei due giorni di prove precedenti la gara nei quali, segnando il secondo ed il miglior tempo, aveva dimostrato grande familiarità con il tracciato di Aspen ma soprattutto una straripante fame di vittoria. Lanciato ad altissima velocità sulla scia di Paris che aveva aperto la gara con un tempo stratosferico, Peter ha tracciato traiettorie coraggiose ed ha inseguito fino al pontone d’arrivo la prestazione che serviva a regalargli la sua seconda coppa di cristallo. 
Il secondo tempo di Fill, come la leadership di Paris, si sono graniticamente consolidati man mano che gli atleti si succedevano al traguardo. Il rivale diretto, Kjetil Jansrud partiva col numero 5 e dimostrava subito di non aver sciato all’altezza dei due uomini-jet azzurri. Alla fine solo lo svizzero Carlo Janka (+0.18) ed il canadese Manuel Osborne-Paradis (+0.25), terzo e quarto al traguardo, riuscivano a mala pena ad avvicinarsi ai crono dei due sciatori azzurri dei carabinieri. Jansrud, 11° al termine della gara, si rassegnava ai suoi sogni di vittoria e per il secondo anno consecutivo si vedeva soffiare la coppa del mondo di specialità da Fill.
Per l’Italia dello sci, una giornata pazzesca, vittorie eccezionali che confermano il valore assoluto dei nostri due super fuoriclasse della disciplina più spettacolare delle nevi; per Fill un trionfo inebriante ad un solo anno di distanza da quello che era stato un risultato storico per lo sci azzurro, la prima coppa del mondo di discesa libera della sua storia in campo maschile; per Paris la soddisfazione di chiudere la stagione con una splendida vittoria, la seconda stagionale dopo quella di Kitzbuehel, l’ottava della carriera in Coppa del Mondo, la settima in discesa. Per tutti noi l’orgoglio di essere italiani e di sentire l’inno di Mameli risuonare sontuosamente in quello che è stato l’atto finale, quello più atteso, del circuito più prestigioso del circo bianco.