www.carabinieri.it

News

ARMA, CULTURA E SCUOLA - PROGETTO DIFFUSIONE DELLA CULTURA DELLA LEGALITA’
Comando Generale Arma Carabinieri - Centro Sportivo, 04/11/2015 16:05
Si è tenuta questa mattina presso l’Aula Magna della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma la conferenza di presentazione di un Progetto di diffusione della cultura della legalità tra i giovani, promosso dall’Arma dei Carabinieri e dall’Agenzia Nazionale per i Giovani attraverso attività che verranno intraprese in numerose scuole della capitale a partire dal prossimo anno scolastico.
L’iniziativa è stata presentata alla presenza del Comandante della Scuola Ufficiali, Gen. D. Vittorio Tomasone, del Direttore dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Dott. Giacomo D’Arrigo e del direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Prof. Gildo De Angelis e di circa 300 giovani tra studenti e Allievi Frequentatori dell’Anno Accademico in corso. 
Tra i vari ospiti anche una rappresentanza del Centro Sportivo Carabinieri nella persona del suo Comandante, il Colonnello Alberto Minati e di due grandissimi campioni come Carlo Molfetta, oro olimpico a Londra 2012 nel taekwondo e Rosalba Forciniti medaglia di bronzo nella stessa Olimpiade nella specialità del judo. I due atleti si sono rivolti alla platea e hanno raccontato le loro esperienze personali dimostrandosi veri esempi di vita sana e corretta in famiglia, nella scuola, nello sport e nella vita di tutti i giorni.
Il progetto che si protrarrà per l’intero anno scolastico, vedrà protagonisti attivi oltre un centinaio di studenti romani che si cimenteranno, con l’assistenza degli Ufficiali Frequentatori dei Corsi di Formazione della Scuola Ufficiali e il supporto tecnico di Docenti e Discenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Statale cine-tv “Roberto Rossellini” di Roma, nella realizzazione di cortometraggi, cartoni animati o fumetti, nell’ambito di problematiche che affliggono il mondo giovanile e non solo, quali il bullismo, l’uso di sostanza stupefacenti, l’abuso di alcool, la ludopatia, lo stalking, la violenza sulle donne, l’infiltrazione delle mafie nel tessuto socio economico.
Le opere realizzate saranno utilizzate, durante il prossimo anno scolastico, dai Reparti dell’Arma Territoriale, impegnati da oltre un ventennio in incontri e dibattiti su temi di legalità all’interno del mondo scolastico.
Sono previste anche lezioni di musica a cura di Componenti della Banda dell’Arma rivolte in particolar modo a ragazzi con minori opportunità, al fine di costituire una o più band composte da giovani studenti della Capitale.
L’ Arma dei Carabinieri svolge da tempo un’intensa attività di diffusione della cultura della legalità tra i giovani, attraverso una campagna annuale con incontri presso le scuole medie e superiori di tutto il territorio nazionale, visite di gruppi di studenti presso strutture dell’Arma, progetti ad hoc condotti con gli Enti locali e con il mondo associazionistico di settore. Tali attività riscuotono costantemente l’unanime apprezzamento da parte di tutti gli attori coinvolti e, in particolare, dai giovani studenti i quali manifestano, inoltre, grande interesse a replicare tali iniziative e addirittura ad ulteriormente svilupparne le modalità attuative, con un sempre maggior coinvolgimento attivo degli stessi destinatari. Il grande interesse dimostrato dagli studenti per la presentazione di questa mattina fa pensare che anche questo ultimo progetto sulla cultura della legalità sia destinato a trovare un consenso molto ampio e soprattutto potrà generare i risultati auspicati che sono alla base del progetto stesso.