www.carabinieri.it

News

GIOCHI MONDIALI MILITARI - PENTATHLON MODERNO - L’ITALIA VINCE IL BRONZO A SQUADRE
Comando Generale Arma Carabinieri - Centro Sportivo , 09/10/2015 09:23
Mungyeong 2015 - Si è svolta oggi a Mungyeong, Corea, la finale maschile dei Cism World Games, ovvero i Mondiali Militari. L’Italia che schierava Auro Franceschini (Carabinieri), Valerio Grasselli (Esercito) e Pier Paolo Petroni (Carabinieri) ha conquistato la medaglia di bronzo a squadre con 4241 punti, chiudendo dietro alla Russia, oro con 4289 punti, e all’Egitto, argento con 4263 punti.
Nella classifica individuale il migliore degli azzurri è stato Auro Franceschini che ha terminato la sua gara al 12° posto. Il carabiniere triestino, medaglia d’argento alla scorsa edizione dei Giochi Mondiali Militari a Rio de Janeiro quattro anni fa, non è riuscito a riconfermarsi sul podio a causa di un’opaca prova di equitazione; con tre abbattimenti sugli ostacoli, Franceschini ha pagato ben 21 punti che sono risultati fatali se si considera che il suo gap dal bronzo è stato proprio di 21 punti; 22 e 27 invece i punti mancanti per la medaglia d’argento e quella d’oro.  Franceschini ha cominciato il suo mondiale terminando la sua prova di nuoto con il tempo di 2:05.64 (334 punti) per poi proseguire nella scherma con 17 vittorie e 17 sconfitte (208 punti); nell’equitazione poi ha ottenuto 279 punti sui 300 del percorso netto, per poi terminare con l’8° tempo nel combined corsa /tiro (11:41,02 - 607 punti). Pier Paolo Petroni invece, dopo una prova di nuoto non del tutto esaltante si è ottimamente riscattato nella scherma vincendo il torneo con 21 vittorie e 14 sconfitte (232 punti) ma ha poi pagato pegno nell’equitazione commettendo un rifiuto e un abbattimento che gli sono valsi 17 punti di penalità (283); con il tempo di 11.32.02 nel combined il carabiniere romano, bronzo nella Coppa del Mondo di Roma quest’anno, ha chiuso al 18° posto con 1414 punti. Dietro di lui il terzo azzurro in gara, il campione europeo di staffetta, Valerio Grasselli; il pentatleta dell’Esercito ha concluso il suo mondiale al 22° posto con 1399 punti (nuoto 2:07.67 – 302 punti, scherma 220 punti, equitazione 293 punti, combined 11:56.49 – 584 punti).
Il titolo mondiale con le stellette è stato vinto dal coreano Dong Su Park con 1455 punti che ha centrato l’oro davanti al tedesco Alexander Nobis (1450) e all’egiziano vice campione del mondo 2014, Amro El Geziry (1449), a cui è andato il bronzo.