www.carabinieri.it

News

Tiro a volo - World Cup - Luchini secondo si regala il pass oer Rio 2016
Comando Generale Arma Carabinieri - Centro Sportivo, 09/03/2015 18:30
Acapulco (MEX) - Dopo l'entusiasmante vittoria di Massimo Fabbrizi nel Trap, la Coppa del Mondo di Acapulco premia ancora il tiro a volo azzurro con una grande prestazione dei nostri cecchini sulle piazzole messicane e spiana la strada olimpica di Rio 2016 a Valerio Luchini (Carabinieri) e a Riccardi Filippelli (Esercito) secondo e terzo classificati nello Skeet.
L'argento di Luchini, ma soprattutto l'ambita carta olimpica, sono stati il giusto premio per una prestazione eccezionale del tiratore dell'Arma che si è inchinato soltanto al fuoriclasse statunitense Vincent Hancock, oro olimpico a Pechino 2008 e Londra 2012, padrone indiscusso della specialità e capace di far valere la propria esperienza nel gold medal match in cui ha strappato la vittoria all'azzurro con un micidiale en plein di 16/16 piattelli. Fatali il 2° e 12° piattello di Luchini che sono volati via insieme ai suoi sogni di vittoria; tuttavia al termine della gara, il campione romano si è gustato la grande soddisfazione per un argento che bissa quello ottenuto lo scorso anno nella World Cup di Pechino e che soprattutto gli apre prospettive più che ottimistiche nella strada che lo porterà alle Olimpiadi del 2016.
La gara di Luchini era iniziata nelle qualificazioni con un 122/125 (25-25-25-25-22) con il quale il tiratore dei Centro Sportivo Carabinieri aveva conquistato l'ultimo dei sei posti per la semifinale, Con lui anche Filippelli (122/125) e Luigi Lodde (Esercito) con 123/125 a colorare d'azzurro l'alta vetta della classifica, e Hancock (125/125), il messicano Gallardo Oliveros (123/125) e l'argentino Federico Gil (122/125). La fase successiva della gara, quella che assegnava le posizioni per i medal match, sanciva il predominio assoluto di Hancock che continuava a non sbagliare un colpo, sempre in testa dall'inizio alla fine della gara; con 16/16 lo statunitense prenotava un posto nella sfida per l'oro e doveva attendere lo spareggio tra Luchini e Filippelli, dopo il 15/16 parziale dei due, per conoscere il nome del suo ultimo sfidante. Luchini strappava il passaggio per il gold medal matche Filippelli si ritrovava così a dover lottare per la medaglia di bronzo contro Gallardo Oliveros del quale aveva la meglio con un perentorio 16/16. Sesto invece Lodde che, dopo una grande qualificazione, con quattro errori in semifinale, vedeva sfumare le sue ambizioni di medaglia.