www.carabinieri.it

Eventi

Presentazione del Calendario Storico 2008 e dell'Agenda dell'Arma dei Carabinieri
Roma ,  28/11/2007

Gli atleti dell'Arma

Questa mattina, nella suggestiva cornice dell'Aula Magna della Scuola Ufficiali, alla presenza del Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d'Armata Gianfrancesco SIAZZU, dei massimi vertici dell'Istituzione, dei giornalisti delle redazioni radiotelevisive e della carta stampata, di una folta rappresentanza di Carabinieri in servizio, dell'Associazione Nazionale Carabinieri, dell'O.N.A.O.M.A.C. e del Co.Ce.R., si è svolta la cerimonia di presentazione del Calendario Storico e dell'Agenda Storica 2008 dell'Arma dei Carabinieri, quest'anno dedicati ai "Carabinieri nello Sport": un omaggio allo Sport ed ai tanti Carabinieri che hanno realizzato imprese straordinarie dando lustro allo Sport nazionale nel mondo ed all'Arma.
Sport e Carabinieri, dunque, come binomio vincente nella pratica agonistica ma anche nella vita, tanto che il Carabiniere, atleta o interprete del servizio quotidiano, è da quasi due secoli un modello di valori e di dedizione al bene comune.
Il "Calendario Storico", in particolare, ogni anno suscita un interesse sempre crescente, a testimonianza dell'affetto e della vicinanza con cui la gente gratifica l'Arma, ed è diventato per i collezionisti un appuntamento immancabile.
Realizzato per la prima volta a Firenze nel 1928, la sua pubblicazione fu affidata nel 1934 al Museo Storico dell'Arma e, dopo un'interruzione durata cinque anni dal 1945 a 1949, venne ripresa regolarmente nel 1950: da allora ha raccontato, con le sue tavole, la gloriosa storia dell'Arma e attraverso di essa quella d'Italia. Le bellissime tavole del Calendario Storico 2008, riproposte anche sull'Agenda e realizzate dal Maestro Luciano Jacus, sono state commentate al pubblico in platea da Bruno Vespa, con la collaborazione dell'attrice Milena Miconi, presentatrice dell'evento.
Per 12 mesi ci accompagnano le immagini, attuali o di sapore antico, di volti e sguardi di Carabinieri dai quali traspare lo spirito di leale competizione, l'educazione al sacrificio e lo sforzo generoso protesi al raggiungimento del risultato. Copertina del Calendario Storico 2008

Si tratta, come ha osservato il Generale SIAZZU, "degli stessi valori che ispirano il Carabiniere che pattuglia quotidianamente le strade, che affronta pericolosi criminali o che rassicura il cittadino. Entrambi provengono dalla stessa scuola, entrambi sono Carabinieri ed in entrambi i casi ne sono testimonianza i Medaglieri: straordinario quello per gli atti di valore, imponente quello sportivo."
Carabinieri atleti campioni nello sport, quindi, ai quali viene idealmente affidato il non facile compito di rappresentare per l'intero 2008 le migliaia di altri carabinieri che, con la stessa determinazione e spirito di sacrificio, cercano ogni giorno di essere campioni nell'adempimento del loro dovere a favore della collettività. Un aspetto, questo, evidenziato nel contributo di Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Bertone, che chiude il Calendario 2008 con autorevolissime espressioni di alto valore morale e di sentito apprezzamento per l'Arma: per i suoi campioni nello Sport, ma anche perché può andare fiera "di avere una grandissima schiera di campioni nella vita sociale", sottolineando che "c'è una stretta sintonia fra l'essere campioni nello sport e l'esserlo nell'adempimento del proprio dovere".
Dall'equitazione all'atletica, dallo sci al tiro, dal nuoto al paracadutismo, dalla scherma alle arti marziali, scorrono le immagini, intercalate dai contributi di autorevoli editorialisti del mondo della cultura e dello sport, di Carabinieri atleti che hanno saputo onorare l'Arma ed il Paese con risultati di primissimo piano in varie discipline sportive, tutte connesse al servizio d'istituto.
Hanno presenziato all'evento molti degli illustri editorialisti che hanno contribuito alla realizzazione del Calendario: il Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, grandi firme del giornalismo italiano, come Carlo Verdelli, Marco Ansaldo, Fabio Caressa, Aldo Biscardi, Giacomo Crosa, Italo Cucci, Massimo De Luca, Mario Sconcerti, ma anche campioni dello sport, come Pietro Mennea e Novella Calligaris, e personalità del mondo della cultura e dello spettacolo come lo scrittore Carlo Vanzina.

Il Generale Siazzu consegna al Col. D'Inzeo la Croce d'Oro al Merito dell'Arma dei Carabinieri

Fra i Carabinieri atleti erano presenti il Carabiniere schermitrice Margherita Grambassi, i Carabinieri Scelti Roberto Meloni, judoka, Andrea Cassarà, schermidore, nonché l'Appuntato nuotatore Davide Rummolo. Al Colonnello Raimondo D'Inzeo, poi, anch'egli presente ed indimenticabile icona della tradizione equestre dell'Arma, è stata consegnata dal Comandante Generale la "Croce d'Oro al Merito dell'Arma dei Carabinieri" per gli eccezionali risultati sportivi conseguiti in carriera.Nello stesso contesto è stata presentata anche l'Agenda 2008, che quest'anno inaugura una nuova serie, definita nel frontespizio "storica", offrendo agli estimatori dell'Arma la possibilità di soddisfare molte curiosità sulla storia dell'Istituzione attraverso una serie di monografie su aspetti e temi della sua vita bicentenaria, a partire proprio dalla fiamma, il più elementare simbolo d'identità dei Carabinieri. Al termine della cerimonia, il Comandante Generale Gianfrancesco Siazzu ha consegnato a Bruno Vespa, all'attrice Milena Miconi ed a tutti gli editorialisti ospiti intervenuti, un quadro con la tavola della copertina del Calendario 2008.