www.carabinieri.it

Comunicati Stampa

Controllo del territorio
Comando Provinciale di Catania - Catania, 09/02/2019 12:55
Catania. Inseguimento dei "Lupi" alla circonvallazione: bloccato ed arrestato giovane spacciatore.                       
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale hanno arrestato nella flagranza un catanese di 22 anni, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di un servizio antidroga, svolto ieri sera dagli uomini della Squadra Lupi nel quartiere Picanello, i militari hanno incrociato in via Emilio Praga una Citroen C3 con a bordo il 22enne il quale, visti i carabinieri, è fuggito imboccando con l'auto il vicino viale Ulisse, per poi cambiare senso di marcia alla prima rotonda in direzione di Misterbianco. Inseguito, il pusher è stato bloccato all'altezza del civico 54 di viale Odorico da Pordenone luogo in cui i carabinieri hanno proceduto ad una perquisizione personale, che ha consentito di rinvenire sotto il giubbotto e nelle tasche dei jeans indossati tre buste di plastica, contenenti complessivamente circa 150 grammi di marijuana, nonché  una banconota da 20 euro. La droga e il denaro sono stati sequestrati, mentre l'arrestato, assolte le formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari. 

Aci Sant'Antonio (CT).  Nascondevano in casa il “fumo” già pronto ad essere piazzato: conviventi in manette.                                         
I Carabinieri della Stazione di Trecastagni hanno arrestato nella flagranza un 35enne e la convivente di 19 anni, poiché ritenuti responsabili di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, nonché di detenzione illegale di munizionamento. Al termine di una breve ma proficua attività info-investigativa, i militari, coadiuvati dal Nucleo Cinofili di Nicolosi, hanno fatto irruzione in quella abitazione di via Beppe Meazza ad Aci Sant'Antonio dove, grazie anche al prezioso fiuto del pastore tedesco “INDIC”, hanno scovato e sequestrato: oltre 70 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi pronte allo smercio, 2 piante di canapa indiana, 50 euro in contanti, nonché del materiale comunemente utilizzato dagli spacciatori per confezionare le dosi di stupefacente da porre in vendita. Nel corso della perquisizione sono state inoltre  rinvenute e sequestrate 4 cartucce cal. 9x19 parabellum e 2 cartucce cal. 7,65 e 6,35. Gli arrestati, assolte le formalità di rito, sono stati relegati agli arresti domiciliari. 

Paternò (CT). Caccia ai razziatori di agrumi: beccati due ladri. Recuperate 2 tonnellate di arance.                         
La scorsa notte, i Carabinieri della Compagnia di Paternò, con in campo le componenti del  Nucleo Radiomobile e delle Stazioni dipendenti, al termine di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati di natura predatoria, in particolare al contrasto del fenomeno dei furti di prodotti agrumicoli, hanno ottenuto i seguenti risultati:
Arrestato nella flagranza un 37enne di Paternò il quale, dopo aver tagliato con una cesoia la catena del cancello d'ingresso di un fondo agricolo, ubicato in contrada Loco Battiati a Santa Maria di Licodia, stava caricando sul proprio Fiat Fiorino i 500 Kg di arance rubate precedentemente. Denunciato un giovane di 22 anni di Paternò, sorpreso con la propria autovettura Citroen C3 Picasso dov'erano stati caricati 700 Kg di arance, asportate precedentemente in contrada Agnelleria a Belpasso. Nel medesimo contesto operativo è stata recuperata in contrada Fontanazza, agro del comune di Motta Sant'Anastasia, una Fiat 500 L, rubata a Catania la sera precedente, contenente al proprio interno 700 chilogrammi di arance appena rubate. La refurtiva è stata restituita agli aventi diritto, mentre l'arrestato è stato posto agli arresti domiciliari.