www.carabinieri.it

Comunicati Stampa

Controllo del territorio nell'aretino
Comando Provinciale di Arezzo - San Giovanni Valdarno (AR), 16/08/2018 12:09
Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Arezzo, i Carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno, nel mese di agosto, con particolare riferimento alla settimana di ferragosto, hanno arrestato un 20 nigeriano e denunciato in stato di libertà nove persone. In particolare:
 a Montevarchi, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto un cittadino nigeriano 20enne, per aver spacciato della sostanza stupefacente di tipo eroina nei pressi del parco sito in via Po. I militari, in apposito servizio sia in uniforme che in abiti civili, hanno notato il giovane nigeriano, cedere qualcosa ad un italiano del luogo, poi identificato. Immediatamente fermato, l’extracomunitario aveva nelle mani una sola dose di eroina, posta sotto sequestro. Lo straniero è stato quindi tratto arrestato, mentre l’italiano è stato fermato e sentito formalmente dai militari. E’ stato inoltre emesso, da parte del questore di Arezzo, il Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Montevarchi per la durata di anni 3. La zona dove è avvenuto l’arresto è costantemente attenzionata dai militari dell’Arma e nel mese di maggio erano stati 4 gli arresti, durante una specifica operazione che aveva visto impiegati più di 20 carabinieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno;
 i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel corso di un controllo, sono stati insospettiti dalla patente straniera a loro consegnata da un cittadino albanese, domiciliato in Levane. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che tale documento era falso, con generalità sbagliate. L’uomo, un pregiudicato già sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria in un paese della provincia di Firenze, è stato pertanto deferito in stato di libertà per guida senza patente e falso materiale.
 i carabinieri della Stazione di Levane hanno rintracciato una cittadina rumena, pregiudicata, già fermata nel valdarno nel mese di febbraio mentre era intenta a compiere reati contro il patrimonio. La donna, gravata dalla misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio da comune di Montevarchi per la durata di anni 2, è stata deferita in stato di libertà dai Carabinieri levanesi;
 sempre i Carabinieri della Stazione di Levane hanno deferito in stato di libertà un cittadino albanese, a seguito di controlli per accertare l’effettiva guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Gli esami forniti dall’ospedale di Montevarchi, hanno rilevato un tasso di 228 ug/l con positività alla marijuana. I documenti di guida sono stati ritirati e l’uomo è stato segnalato alla Prefettura di Arezzo quale assuntore di stupefacenti, in quanto trovato anche in possesso di una modica quantità di “erba”, posta sotto sequestro amministrativo;
 i carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini, a conclusione di attività d’indagini, hanno deferito in stato di libertà una donna italiana 30enne, residente a Genova che aveva posto in vendita “on-line”, su un noto sito di annunci, una borsa femminile, facendosi accreditare la somma di 150 euro, senza corrispondere nulla: dovrà rispondere del reato di truffa. A seguito di analoga denuncia, i Carabinieri di Terranuova Bracciolini hanno identificato un cittadino originario della Somalia residente a Bari, di fatto irreperibile, per aver posto in vendita “on-line” dei biglietti per il concerto di un noto cantante: acquistati da una cittadina valdarnese per la somma di 150 euro, i ticket non sono mai stati inviati alla stessa. Anche lo straniero è stato deferito in stato di libertà per truffa;
 sempre i  Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini, dopo le indagini conseguenti ad una denuncia querela presentata da un cittadino di origine indiana, hanno identificato e denunciato in stato di libertà per ricettazione, un’italiana domiciliata in Castiglion Fiorentino. La donna è risultata l’utilizzatrice di un telefono cellulare, rubato all’extracomunitario indiano nello scorso mese di febbraio, mentre si trovava presso l’ospedale di Arezzo;
 i Carabinieri della Stazione di Terranuova Bracciolini, infine, hanno deferito in stato di libertà un italiano, residente in provincia di Rimini, per insolvenza fraudolenta. L’uomo, dopo aver soggiornato tre notti in un Hotel sito in Terranuova, si allontanava senza saldare il conto di 200 euro;
 I Carabinieri della Stazione di Montevarchi hanno identificato e deferito in stato di libertà per lesioni, un ragazzo rumeno, pregiudicato e ben conosciuto dai militari valdarnesi. Al ragazzo, mentre faceva accesso in una sala slot, veniva chiesto il documento al fine di verificarne l’identità: lo stesso reagiva violentemente, sferrando un pugno alla donna che ne aveva richiesto l’identificazione. La malcapitata veniva refertata presso l’ospedale civile di Montevarchi, con una prognosi di giorni cinque;
 i militari della Stazione di Montevarchi hanno deferito in stato di libertà per guida sotto l’effetto di stupefacenti e guida in stato di ebbrezza, un ragazzo italiano, classe 91. Il giovane, sottoposto ad analisi dopo un sinistro stradale in Terranuova Bracciolini, è risultato avere un tasso alcolemico pari a 1.68 g/l e di sostanza stupefacente del tipo cocaina per un valore di concetrazione > 4000 microgrammi/l. I suoi documenti di guida sono stati ritirati in attesa della formale sospensione della patente;