Menu
Mostra menu
AMBIENTE
TRA LE RADICI DEL WEB
01/10/2015
di Stefano Cazora

Una rivista a portata di mouse aperta a tutti. La sua consultazione sarà infatti completamente gratuita, il progetto rientra infatti tra le iniziative di informazione e comunicazione istituzionale del Corpo. 

 
 

Da “Silvae” a “Silvae.it” il passo è stato lungo. Dieci anni di storia e di vita del Corpo forestale dello Stato. Alla sua nascita definimmo la rivista tecnico scientifica la “casa del pensiero dei Forestali” anche se presto la pubblicazione divenne  uno spazio aperto  di confronto con le realtà istituzionali, professionali e culturali esterne. Cosa ci spinge oggi a continuare la sua pubblicazione pur se dalla piattaforma universale del web? La stessa convinzione di quando iniziammo: avere ancora qualcosa da dire sulla tutela dell’ambiente e del settore agroalimentare.
Il pensiero va ora a quanti hanno contribuito finora alla realizzazione della Rivista, assicurandone ricchezza di contenuti e continuità. Dopo un lungo periodo di pausa dalle pagine del vecchio e apprezzato volume cartaceo nasce oggi “Silvae.it” che, senza perdere le proprie radici acquista, nella veloce e versatile circolarità del web, una forza nuova. La Rivista, il cui impianto generale rimane invariato, avrà un aggiornamento continuo mentre l’archivio e il sistema di ricerca permetteranno di ritrovare facilmente il pezzo desiderato. Ma “Silvae.it” guarda avanti e non poteva quindi mancare l’interconnessione con i principali social media in modo da raggiungere più facilmente un pubblico ancor più ampio e diversificato. Una rivista a portata di mouse aperta a tutti. La sua consultazione sarà infatti completamente gratuita, il progetto rientra infatti tra le iniziative di informazione e comunicazione istituzionale del Corpo.
Il periodico si avvale del contributo di un autorevole comitato editoriale composto dai Capi servizio dell’Ispettorato Generale e presieduto dal Capo del Corpo forestale dello Stato al quale va il merito di aver istituito la Rivista, di averla sempre seguita e sostenuta con particolare attenzione fino ad assumerne la direzione editoriale. Un ringraziamento anche al Prof. Francesco Petretti che ha generosamente accettato l’incarico di direttore scientifico; il suo contributo sarà fondamentale soprattutto nel dialogo con il mondo scientifico e accademico.
Un ultimo doveroso ringraziamento al personale dell’Ufficio Stampa del Corpo forestale dello Stato che cura interamente la realizzazione della Rivista e la sua pubblicazione on line.                     

 

 

STEFANO CAZORA
DIRETTORE RESPONSABILE