Menu
Mostra menu
AMBIENTE
PROTEGGERE LA BELLEZZA
27/02/2021

Alla scoperta delle specie animali e vegetali più affascinanti e al tempo stesso vulnerabili


ImmagineLa bellezza e la complessità delle specie in via d’estinzione è anche l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di tutelare animali e piante troppo spesso oggetto di commerci, legali e illegali, in Italia e nel mondo. Ogni pagina del Calendario CITES 2021 dei Carabinieri offre informazioni scientifiche, normative e “pillole” curiose legate alla specie raffigurata. Un appuntamento consueto per il mondo scientifico, ambientalista e scolastico, e un importante ed efficace strumento di divulgazione e di educazione alla legalità ambientale. Un viaggio lungo dodici mesi alla scoperta degli animali e delle piante più rare del Pianeta, che valorizza il ruolo dei Carabinieri a tutela della flora e fauna a rischio di estinzione e l’impegno dell’Arma nel contrasto dei reati e delle condotte illecite ai danni di queste specie.

In copertina, il leopardo (Panthera pardus), molto ricercato per la sua stupenda pelliccia e ancora oggi vittima del bracconaggio, anche per le parti del corpo che, come avviene per gli altri grandi felini, sono molto richieste dalla medicina tradizionale cinese. I Reparti CITES hanno svolto numerose operazioni per ostacolare il traffico illegale di ossa di leopardo e tigre, cistifellea di orsi e cervi, corni di rinoceronti, scaglie di tartarughe e pangolini che, secondo alcune credenze, dovrebbero garantire la guarigione da molte malattie in contrasto con la medicina convenzionale. Presentato dal Gen. B. Massimiliano Conti, Comandante del Raggruppamento Carabinieri CITES e dal biologo Francesco Petretti, Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, ha quest’anno come testimonial d’eccezione la conduttrice televisiva Licia Colò, da sempre impegnata nella divulgazione e sensibilizzazione del pubblico sui temi della tutela e valorizzazione della Natura che, in un video diretto ai più giovani, mette l’accento sulla responsabilità di tutelare l’ambiente.

La Convenzione di Washington, conosciuta come CITES (Convention on International Trade in Endangered Species of wild fauna and flora), siglata da oltre 180 Stati, tutela oltre 35.000 specie di flora e fauna in via di estinzione mediante la regolamentazione del commercio di esemplari vivi, loro parti e prodotti derivati, attraverso il principio dell’uso sostenibile delle risorse e con un articolato meccanismo di certificazioni, controlli e sanzioni. Il traffico di specie selvatiche in via d’estinzione è stimato in 23 miliardi di dollari l’anno. Insieme a quello del legname tropicale, 100 miliardi dollari, è tra i più fiorenti commerci criminali dopo droga, armi ed esseri umani, unitamente a quello delle opere d’arte e dei beni storico-archeologici.

Oltre al leopardo, le specie minacciate raffigurate nel calendario, che riconosciamo anche perché spesso protagoniste delle cronache sui traffici illegali internazionali, sono il gorilla di montagna, l’elefante di foresta, il cacatua delle palme, il caimano yacarè, l’ibis eremita, la vigogna, il gaur, il falco pecchiaiolo, il leopardo delle nevi o ibris, i coralli, il pernambuco o pau brasil e la mammillaria.

Clicca QUI per i contenuti extra