Menu
Mostra menu
 
LEGNA ILLEGALE IN PIZZERIA
18/07/2019


FOTO 2
La pizza nel forno a legna, si sa, non ha rivali. Ma vi siete mai chiesti che legna viene utilizzata? Il Nucleo Carabinieri Cites di Napoli, ha scoperto che molte pizzerie delle provincie di Napoli, Benevento e Caserta utilizzavano legna di dubbia provenienza, non adempiendo alle prescrizioni della normativa di settore europea, nazionale e regionale, che prevedono la tracciabilità del prodotto. Chi immette per la prima volta sul mercato dell’Unione Europea legno o prodotti da esso derivati, deve infatti adottare la “dovuta diligenza” (due diligence), cioè tutte quelle misure e procedure che riducano al minimo il rischio di immissione di legname illegale o prodotti da esso derivati.

Sono in corso ulteriori accertamenti per appurare se la mancata tracciabilità sia collegata all’evasione fiscale, perché, non potendo fatturare la legna acquisita in violazione delle normative, la stessa sarebbe stata commercializzata “in nero”.

In un anno di attività, il Nucleo ha comminato circa 40mila euro di sanzioni a carico di pizzerie, e un totale complessivo di circa 200mila euro a carico anche di produttori, rivenditori e importatori.