Menu
Mostra menu
PIANETA ANIMALI  a cura di Monica Nocciolini
Dalla parte dei cani
14/07/2017
di Annalisa Maiorano


Massimo Perla, famoso addestratore cinofilo, ci dà qualche consiglio utile per educare i nostri cuccioli

Massimo, Lei è il più famoso dog trainer della tv e del cinema italiano. Come e dove nasce la sua passione per i nostri amici a quattro zampe?

La mia passione nasce a Roma dove per un lungo periodo ho portato a spasso i cani delle persone benestanti. Con questo lavoro avevo trovato la maniera di scoprire e interagire con i cani visto che a casa non potevo averne uno. Sto parlando del lontano 1976 e a quei tempi non esistevano ancora i Dog sitter, quindi posso dire di essere stato il primo a organizzare questo lavoro in maniera professionale e ad attrezzarsi con un pulmino per andare a prendere tutti i cani. Da allora sono passati 42 anni e ancora oggi, la mia passione continua senza tentennamenti, la cosa bella è che con i cani non si finisce mai di imparare e di stupirsi, sono sempre un grande stimolo per scoprire cose nuove.

Quali sono gli errori più comuni che commette chi prende con sé un cane? E a quali responsabilità va incontro?

Gli errori più comuni sono quelli di non informarsi mai sulla tipologia e sulla razza del cane prima di prenderlo o sul modo in cui ci si deve rapportare al cane, che non è (come molti pensano) la logica utilizzata da noi umani. Spesso si decide di prendere un animale senza considerare gli impegni quotidiani che implica averne uno, oppure senza che l’intera famiglia sia d’accordo. Prendere un cane, invece, significa avere la responsabilità di una creatura che all’inizio ha bisogno di ricevere una serie di indicazioni da noi per poter vivere serena, di affetto e di tempo da dedicargli.

Perché è necessario educarli?

Se vogliamo veramente bene ai nostri cani dobbiamo fare in modo che non creino problemi e che vengano accettati dalle persone, devono imparare a vivere nel nostro mondo in maniera serena ed equilibrata. Loro da soli non possono capire come fare ed è per questo che dobbiamo insegnarglielo in modo chiaro noi. Il ruolo dell’educatore in questo caso è indicare al proprietario la maniera corretta ed efficace di interagire con il proprio cane senza commettere errori.

Tutte le razze possono essere adatte a chiunque o bisogna fare qualche distinzione?

Ci sono delle razze più impegnative che, se gestite male o superficialmente, possono provocare dei danni. Quindi prima di arrivare a un tipo di cane impegnativo è sempre meglio fare un’esperienza con una razza più facile e malleabile. Poi bisogna anche pensare allo stile di vita del proprietario e alla sua età. Se il proprietario è giovane e dinamico ci sono delle razze adatte, se invece è anziano, sedentario o magari ha poco tempo, c’è tutta un’altra tipologia di cane per cui optare.

Ha qualche consiglio utile per i nostri lettori alle prese con cuccioli birichini?

Il primo in assoluto è quello di andare in un centro cinofilo e cominciare un percorso educativo insieme. Esistono le puppy class in cui i cuccioli socializzano tra oro e si esercitano con i padroni a convivere fin da subito nella maniera corretta. Imparano regole fondamentali come non tirare al guinzaglio e allo stesso tempo a gestire la loro irruenza e a sfogarsi all’aria aperta insieme ai propri simili.

Le è mai capitato di lavorare con le unità cinofile dell’Arma dei Carabinieri, anche solo per fiction o film?

Mi è capitato. A cominciare da fiction come Il Maresciallo Rocca fino ad arrivare a collaborazioni con i colleghi dell’Arma in occasione di svariati eventi, dove riusciamo a scambiarci frequentemente opinioni ed esperienze.

Nella sua carriera ha avuto molte soddisfazioni e riconoscimenti, c’è qualcosa che ancora le manca o che vorrebbe realizzare per migliorare la vita dei nostri amici animali?

Io sono già felice di aver avuto la possibilità di provare così tante esperienze insieme ai cani, ma non smetterò mai di voler sviluppare la crescita della cultura cinofila in Italia. Mentre invece da sportivo cinofilo ho il sogno di portare la disciplina dell’agility Dog alle Olimpiadi