Menu
Mostra menu
OMNIBUS a cura di Annalisa Maiorano
UN BOSCO PARLANTE
10/04/2019


alberi-parlanti-in-umbriaNel bosco di Piegaro, a Città della Pieve in provincia di Perugia, esiste un gruppo di alberi “parlanti”. Sono i primi sui cui è stato installato il sistema Tree Talker, un blocco di sensori che monitora nel tempo i parametri relativi alle condizioni fisiologiche delle piante per poi trasmetterli agli scienziati. Il progetto intende migliorare gli attuali sistemi di certificazione e monitorare le foreste e le piantagioni di alberi attraverso un sistema di ultima generazione. Gli alberi sono 36, appartengono a diversi tipi di ecosistemi e sono dislocati in tre parti distinte del bosco. Alcuni si trovano nella parte forestale a conifere, altri in quella a latifoglie, mentre il terzo gruppo si trova nell’impianto di arboricoltura da legno. I sensori sono in grado di misurare la crescita del diametro, i flussi d’acqua, la quantità e la qualità del fogliame, la stabilità, la respirazione, la salute e la mortalità degli alberi in risposta a fattori umani e climatici. L’analisi dei dati raccolti tramite algoritmi di apprendimento automatico, strumenti GIS e cloud computing, consentirà di correlare una grande quantità di dati e ricavare informazioni personalizzate. Il sistema è stato ideato da Riccardo Valentini, docente dell’Università della Tuscia e membro del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (Cmcc). Il progetto chiamato TRACE è realizzato in collaborazione tra Cmcc e Pefc Italia, l’ente che regola la certificazione della gestione sostenibile delle foreste: con i sensori, i proprietari dei boschi potranno controllare in tempo reale la salute delle loro piante.