Menu
Mostra menu
OMNIBUS a cura di Annalisa Maiorano
LO SMOG FA CADERE I CAPELLI
12/02/2020


Capelli-990x556La caduta dei capelli è un problema molto diffuso, ma che a provocarlo fosse (anche) lo smog, ancora non si sapeva. A dirlo sono stati alcuni ricercatori della Corea del Sud secondo i quali la colpa sarebbe del particolato fine PM10, che riduce la produzione di proteine indispensabili per farli crescere. Lo studio, condotto da Hyuk Chiu Kwon, è stato presentato a Madrid in occasione del Congresso della European Academy of Dermatology and Venereology(EADV), dove si è parlato proprio del legame fra caduta dei capelli e inquinamento atmosferico dovuto, per esempio, a fumi di benzina e diesel, miniere, combustibili fossili, produzione di cemento, mattoni e ceramica. A essere colpite dalle particelle inquinanti di 10 micrometri di diametro, chiamate appunto PM10, le quali contengono numerosi acidi, sostanze chimiche organiche, metalli e particelle di polvere e suolo, sono nello specifico le cellule del cuoio capelluto alla base dei follicoli piliferi. Queste ultime, a causa delle particelle inquinanti, subiscono una riduzione delle proteine che fanno crescere i capelli. Gli scienziati sono arrivati a questo risultato esponendo le cellule, per 24 ore, a concentrazioni varie di particolato diesel e polveri somiglianti al PM10. Quindi hanno utilizzato una tecnica chiamata western blotting per verificare quanto accaduto: il PM10 e il particolato diesel avevano ridotto proprio i livelli di β-catenina, ciclina D1, ciclina E e CDK2, proteine che aiutano i capelli a crescere. Cosa che peggiora quando lo smog aumenta.