Menu
Mostra menu
OMNIBUS a cura di Annalisa Maiorano
LIAISON DI GUSTO
28/06/2021

di Viviana Laudani


MARSALA DOC E CIOCCOLATO DI MODICA IGP, eccellenze siciliane apprezzate in tutto il mondo

 


Città di Modica  - FOTO ALa primavera, come l’estate, è il momento ideale per celebrare un matrimonio, specie se di gusto, in grado di appagare cuore e soprattutto palato. Allora il binomio vino e cioccolato è perfetto per l’occasione, specie se la coppia in questione è il Marsala DOC con il Cioccolato di Modica IGP, già uniti da un gemellaggio sancito nel 2016.

FOTO B Crediti_Consorzio Tutela Cioccolato Di Modica(2)Il primo – DOC dal 1969 - è uno dei vini liquorosi italiani più famosi al mondo, la cui storia e fama globale si lega soprattutto all’epopea dei Florio e prima ancora all’arrivo nel porto di Marsala del commerciante inglese John Woodhouse, che ne decretò il successo in Inghilterra. Il secondo è invece l’unico cioccolato in Europa a vantare il marchio IGP e il protagonista del primo francobollo con QR code ad alto contenuto tecnologico, realizzato dal Poligrafico e Zecca dello Stato ed emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico. Insieme sintetizzano alla perfezione il brand Sicilia e uniscono al meglio l’anima orientale e quella occidentale dell’Isola. Il Marsala nasce infatti nel 1773 in provincia di Trapani, nella cosiddetta Fascia del Sole che dalle valli del Douro in Portogallo fino alle coste della Turchia, avvolge l’Andalusia, la Sicilia e la Grecia insulare, facendone terre elette dei vini dolci e liquorosi. Una vocazione che unita alle pratiche millenarie di vinificazione, conciatura ed invecchiamento in perpetuum e all’utilizzo di tecnologie avanzate consente di dare origine ad un prodotto unico. Il Cioccolato di Modica arriva invece dalla omonima città barocca, dove maestri cioccolatieri tramandano sin dal 1746 – come testimoniano le carte d’archivio del nobile casato Grimaldi - l’arte della produzione “a freddo” di questa autentica eccellenza, ancora oggi lavorata come facevano gli Aztechi al tempo dei conquistadores spagnoli.

FOTO C - MarsalaGuardando al gusto, il Marsala DOC è morbido con sentori di liquirizia e mandorla, arricchito da un profumo intenso con lievi cenni di vaniglia, miele bruciato e nocciola tostata; il Cioccolato di Modica IGP, a sua volta, è contraddistinto da un sapore dolce ma con una nota di amaro, da un’evidente granulosità e da una consistenza ruvida. A seconda del colore, il vino liquoroso assume tre denominazioni differenti: Marsala DOC Oro (ottenuto dai vitigni Grillo e/o Catarratto e/o Inzolia e/o Damaschino), Marsala DOC Ambra (ottenuto con le stesse uve dei vitigni utilizzate per il Marsala DOC Oro) o Marsala DOC Rubino (i cui vitigni sono Perricone e/o Calabrese e/o Nerello mascalese). Tutte accomunate da intensità di corpo, consistente tenore alcolico, elevata longevità, eccellente brillantezza. È ottenuto, invece, esclusivamente dalla lavorazione della pasta amara di cacao con lo zucchero il Cioccolato di Modica, la cui tipica fragranza, che sia aromatizzata con cannella, vaniglia oppure peperoncino, è riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo, con estimatori del calibro di Leonardo Sciascia che non a caso lo definiva “di inarrivabile sapore, sicché a chi lo gusta sembra di essere arrivato all’archetipo, all’assoluto e che il cioccolato altrove prodotto – sia pure il più celebrato – ne sia l'adulterazione, la corruzione...” (La contea di Modica, 1983).

 

In collaborazione con Confederazione Nazionale dei Consorzi Volontari per la Tutela delle Denominazioni dei Vini italiani (FEDERDOC) e oriGIn Italia – Aicig – Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche.