Menu
Mostra menu
L'ANGOLO DELLA POSTA a cura di Nicolò Giordano
L’ANGOLO DELLA POSTA n° 120
21/04/2021


Qual è l’estensione delle foreste nel mondo?

(Peter, Roma)

FOTO ALa valutazione dello stato delle foreste mondiali viene realizzata ogni cinque anni dalla FAO, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura che ha sede a Roma e che, a tal fine, elabora le informazioni ufficiali fornite da una serie di esperti, i corrispondenti nazionali. L’ultimo rapporto, denominato “FRA 2020”, è stato pubblicato nel corso dell’anno 2020 e mostra come le foreste mondiali occupino attualmente 4 miliardi di ettari, vale a dire un terzo circa di tutte le terre emerse. I tre Paesi che possiedono le più vaste estensioni di bosco sono, rispettivamente, la Russia, il Brasile ed il Canada. Nonostante gli effetti positivi di numerosi accordi ed attività internazionali volte a proteggerle, le foreste continuano a diminuire, seguendo un tasso di deforestazione netta che sta rallentando ma che interessa ancora 4,7 milioni di ettari l’anno.

 

Salve, vorrei sapere se è vero che le vipere sono sorde.

(Piero, Cagliari)

FOTO BLe vipere sono gli unici serpenti velenosi presenti in Italia e la più comune è la Vipera aspis, assente però in Sardegna. Protette al pari di tutti gli anfibi e rettili italiani, sono facilmente riconoscibili per la lunghezza inferiore al metro, il corpo massiccio, la coda corta, il capo triangolare con squame piccole e pupille dal taglio verticale. Nelle ore più calde tendono a rifugiarsi tra le pietre o nella vegetazione, mentre nei periodi freschi amano esporsi al sole rendendo più facile un incontro.

Sono oggetto di grandi paure nonostante il loro veleno sia letale in pochissimi casi. Hanno un udito molto poco sviluppato e sono quasi sorde, nei loro spostamenti e nella caccia a piccoli invertebrati ed insetti sono guidate dagli altri sensi, come la capacità di avvertire le vibrazioni del suolo.

 

Vedo che in alcuni supermercati vengono vendute confezioni di fiori commestibili, sono sicuri? E che elementi nutritivi forniscono?

(Arianna, Matera)

FOTO CSono in grado di fornire vitamine, sali minerali, oli essenziali e fibre al pari di ogni altro tipo di verdura e frutta. Alcuni fiori o loro boccioli hanno una tradizione culinaria vasta e consolidata: broccoli, carciofi, fiori di zucca serviti fritti, capperi conservati in salamoia o petali di rosa trasformati in marmellate. Nella distribuzione commerciale si sono di recente aggiunte altre specie, vendute fresche o essiccate seguendo mode salutiste e rispondenti anche a criteri estetici per colore e forma: corolle di viole del pensiero, achillea, nasturzio e molti altri fiori, spesso serviti crudi in insalate che rallegrano la vista. Al pari dei funghi è bene limitare il consumo alle specie ben conosciute, vendute confezionate e garantite: ciò per evitare avvelenamenti con altre di facile confusione come la cicuta o la ferula scambiate per finocchio selvatico, o della Datura stramonium, le cui grandi corolle tossiche sono a volte scambiate per fiori di zucca e consumate con esiti estremamente spiacevoli.