Menu
Mostra menu
L'ANGOLO DELLA POSTA a cura di Nicolò Giordano
L'Angolo della Posta N° 108 - Gennaio - Febbraio 2019
01/02/2019


Quali sono i maggiori inquinanti presenti nell’acqua?

Riccardo (Firenze)

acqua-102875Ci sono parecchie classi di inquinanti acquatici. I primi sono agenti che causano malattie: batteri, virus, protozoi e vermi parassitici che entrano nei sistemi di fognatura e nelle acque non trattate. La seconda categoria di sostanze inquinanti è rappresentata dai rifiuti che consumano ossigeno e vengono decomposti dai batteri. Quando le numerose popolazioni di batteri di decomposizione convertono tali rifiuti, i livelli dell'ossigeno nell'acqua si possono esaurire. Ciò porta alla morte degli altri organismi acquatici, tra cui i pesci. Una terza categoria è formata dagli inquinanti inorganici solubili in acqua, quali gli acidi, i sali e i metalli tossici. Per non parlare dei residui organici quali oli, plastiche e antiparassitari, che sono nocivi per gli esseri umani e per tutte le piante e gli animali presenti nell'acqua.

 

Le verdure surgelate hanno meno nutrienti?

Rossana (Bari)

frozen-vs-non-frozen-veggies-ft-blog0417

No, il loro contenuto in sostanze nutritive è paragonabile a quello dei vegetali freschi.Anzi, in alcuni casi la surgelazione consente di preservare meglio i nutrienti perché avviene subito dopo il raccolto e, quindi, ne arresta il deterioramento. Piselli, carote e spinaci freschi battono quelli surgelati in contenuto di beta-carotene, ma altre vitamine sono presenti in quantità maggiore in alcuni surgelati: vitamina C per quanto riguarda mais, fagiolini e mirtilli.

 

Grazie al riciclo dei rifiuti, quanta energia si risparmia?

Tiziano (Ravenna)

raccolta-differenziata3Dal 40 al 90%, a seconda del materiale: con l'alluminio il risparmio è del 95%, con il vetro del 68 e con la plastica del 50%. Riciclare un materiale vuol dire consumare meno energia di quella che serve per ricavarlo ex novo. E avere meno CO2: dal 1998 a oggi grazie a questo sistema sono state emesse 48 milioni di tonnellate in meno di biossido di carbonio.