Menu
Mostra menu
L'ANGOLO DELLA POSTA a cura di Nicolò Giordano
L'Angolo della Posta N° 102 - Gennaio - Febbraio 2018
19/02/2018
di Nicolò Giordano


Qual è l’areale di diffusione delle orchidee?
Fernando (Asti)
Orchidea spontanea

Si è soliti pensare che le orchidee siano diffuse esclusivamente a livello tropicale. In realtà, la famiglia delle Orchidaceae è presente su quasi tutta la superficie del globo, con la sola eccezione dei deserti e dei ghiacciai. In Europa se ne contano 529 specie, mentre in Italia i botanici ne hanno individuate ben 197.








Quali sono le caratteristiche delle formazioni calanchive? Perché sono terreni così instabili?

Marianna (Fermo)
I calanchi sono un fenomeno geomorfologico di erosione del terreno che si produce perMonumenti-Naturali-Calanchi-4-Palizzi-Enzo-Galluccio1 l'effetto di dilavamento delle acque su rocce argillose degradate, con scarsa copertura vegetale e, quindi, poco protette dal ruscellamento. Le cause di innesco del processo che porta alla formazione dei calanchi sono molteplici e spesso concomitanti: la presenza di un substrato argilloso con discreta componente sabbiosa; il regime climatico caratterizzato da una lunga estate secca e piogge intense concentrate in determinati periodi dell'anno; l’esposizione meridionale dei versanti; l’acclività del pendio compresa tra i 40-60° che favorisce il rapido deflusso dell'acqua e l’esistenza di un livello meno erodibile alla sommità del versante.

Vorrei avere alcune informazioni sul timo.
È vero che si tratta di una pianta con proprietà curative?

Filomena (Ragusa)
TIMOIl timo (Thymus L., 1753) è un genere di piante della famiglia delle Lamiaceae. Si tratta di una pianta che ha conosciuto un largo impiego fin dai tempi antichi, poiché veniva utilizzata nelle cerimonie sacrificali. Nel Rinascimento ha conosciuto un impiego terapeutico, cotto nel vino, per curare gli asmatici, i podagrosi e le irritazioni della vescica. Dal timo si estrae un olio essenziale, costituito da timolo, cavracolo e terpeni con proprietà antisettiche e antispasmodiche.




Dove si può trovare la cosiddetta “erba viperina”?

Marcello (Milano)
L’Echium vulgare L., detta anche erba viperina comune, è una pianta spontaneaErba viperina biennale appartenente alla famiglia delle Boraginaceae. È ampiamente diffusa su tutto il territorio italiano e può essere trovata su incolti, luoghi sassosi e pascoli aridi ad altitudini comprese tra 0 e 1.700 metri. Il termine deriva dal greco "èchis" = vipera, da qui la traduzione popolare in "erba viperina" quale collegamento alle antiche pratiche mediche. È una specie commestibile e nella medicina popolare vengono usate sia le radici che le foglie come emollienti, espettoranti e contro la tosse. Secondo una leggenda l’utilizzo dei succhi e di un impacco ricavato dalla pianta potevano far guarire dal morso della vipera.