Menu
Mostra menu

Comunicazioni CoCeR CC

Comunicato Stampa Co.Ce.R Sezione Carabinieri del 27.04.2020
Consiglio Centrale di Rappresentanza, 27/04/2020

L’emergenza epidemiologica in atto sembrerebbe aver indotto molti detenuti al 41bis a richiedere la scarcerazione per motivi di salute, dimenticando che a molte delle loro vittime loro hanno precluso di vivere e ai familiari hanno creato dolore immenso.

Alcuni boss sono stati già scarcerati e questo – si apprende da fonti aperte – non per l’approvazione di una Legge apposita, ma per un provvedimento apparentemente legittimo che ha ritenuto sussisterne i motivi, dimenticando che quel boss ancorché malato ora effettivamente rischia l’infezione da Covid-19, cosa che non avrebbe potuto accadere se fosse rimasto nella sua cella e avesse continuato a passeggiare in uno spazio ristretto e da solo come avviene per quei detenuti che si sono macchiati di reati infami e deplorevoli ovvero fosse stato trasportato in un centro clinico penitenziario.

Il Co.Ce.R. Carabinieri si schiera con quei Magistrati antimafia che lanciano l’allarme sulle scarcerazioni e plaude all’iniziativa del Ministro della giustizia di intervenire con una norma per impedire ulteriori provvedimenti, asseritamente conformi alle norme in vigore, che potrebbero creare comunque danni incalcolabili.

Abbassare la guardia oggi contro le mafie rischia di destabilizzare ulteriormente il Paese e offrire su un piatto d’argento alla criminalità organizzata la ripresa economica.

Evitiamo di far diventare il Coronavirus il miglior alleato dei delinquenti.

 

Roma, 27 aprile 2020


Il Co.Ce.R. Carabinieri