Menu
Mostra menu

Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro

Personale

Per accedere al Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro, a seguito di interpellanza a carattere nazionale, l'aspirante, tra l'altro, deve :

  • essere idoneo alla specifica attività selettiva;
  • aver compiuto almeno 4 anni di permanenza presso  l'attuale Comando di Corpo;
  • possedere il Diploma di Scuola secondaria di 2° grado;
  • possedere una valutazione caratteristica (ultime due schede valutative) con qualifica finale almeno "Superiore alla media";
  • superare il corso di formazione per conseguire la qualifica di "Ispettori del Lavoro". 

Al termine del corso, al personale dell'Arma dei carabinieri "abilitato" alla legislazione sociale sono attribuiti, nell'esercizio delle proprie funzioni, i poteri ispettivi e di vigilanza necessari all'espletamento di tutti i compiti di controllo e verifica affidati al Ministero del lavoro e della previdenza sociale dalle normative vigenti in materia di lavoro (art.3 D.M. 31 luglio 1997 – Decreto istitutivo del Comando), ovvero la "facoltà di visitare in ogni parte, a qualunque ora del giorno ed anche della notte, i laboratori, gli opifici, i cantieri ed i lavori in quanto siano sottoposti alla loro vigilanza, nonché i dormitori e refettori annessi agli stabilimenti" (art. 8, comma 2, DPR nr. 520/55).