Menu
Mostra menu

Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro

Campiti

La competenza esclusiva dell'Arma in materia di tutela del lavoro, già sancita dal Ministero dell'Interno con il D.M. 12 febbraio 1992 sui comparti di specialità delle Forze di Polizia e ribadita dal D.M. 28 aprile 2006, è stata confermata con la c.d. Riforma Madia di "Riorganizzazione della Pubblica Amministrazione" (Legge delega del 7 agosto 2015 art. 8), che ha così consolidato il ruolo dell'Arma dei Carabinieri, e per essa del Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro, nello specifico settore su tutto il territorio nazionale ad esclusione delle Province autonome di Trento e Bolzano. 
Il Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro:

  • vigila sull'esecuzione di tutte le leggi in materia di livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale, di tutela dei rapporti di lavoro e di legislazione sociale ovunque sia prestata attività di lavoro a prescindere dallo schema contrattuale, tipico o atipico, di volta in volta utilizzato;
  • vigila sull'applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nel settore delle costruzioni edili o di genio civile, nei lavori mediante cassoni in aria compressa, nei lavori subacquei e nelle attività lavorative comportanti rischi particolarmente elevati, individuate con DPCM;
  • vigila sull'occupazione delle "categorie protette", sulla tutela del lavoro dei fanciulli e degli adolescenti e in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità;
  • esercita le attività di vigilanza sui rapporti di lavoro nel settore dei trasporti su strada;
  • svolge attività di vigilanza sull'operato degli istituti di patronato e di assistenza sociale.

Inoltre, il Reparto Speciale è costantemente impegnato nel contrastare i fenomeni di maggiore allarme sociale quali – ad esempio -il "caporalato" e il grave sfruttamento lavorativo di cittadini extracomunitari.
All'estero, il Comando Carabinieri per la Tutela Lavoro, grazie alla costante partecipazione ai tavoli permanenti (piattaforma EMPACT - European Multidisciplinary Platform Against Criminal Threats ) per la collaborazione con EUROPOL, in qualità di membro permanente per la lotta al Traffico di Esseri Umani, offre nel massimo consesso europeo ed internazionale di Polizia il proprio contributo esperienziale nella redazione dei  Piani Operativi Pluriennali (AOP) della UE al fine di contrastare i fenomeni criminali di maggiore allarme per gli Stati Comunitari.  Sempre sotto il patrocinio di EUROPOL, collabora con la Polizia Nazionale Olandese, driver del progetto finanziato dalla Commissione Europea denominato "CHINESE THB", nello studio del fenomeno dello sfruttamento lavorativo da parte dell'imprenditoria cinese nei Paesi Membri. Infine, con l'OSCE di Vienna, realizza presso la sede formativa del COESPU, corsi di formazione attraverso il quale l'Arma dei Carabinieri, grazie a finanziamenti dell'OSCE, offre la propria expertise in materia di Tratta a diverse professionalità ed enti internazionali (magistrati, funzionari di polizia, diplomatici, Organizzazioni non Governative).