Menu
Mostra menu

Comunicati Stampa

Controlli nel quartiere San Lorenzo: cinque persone arrestate e tre denunciate
Comando Provinciale di Roma - Roma, 30/09/2018 13:40

Continuano i controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante nel quartiere San Lorenzo per contrastare fenomeni di illegalità e degrado.

Il bilancio delle attività della sorsa notte è di 5 persone arrestata, 3 denunciate e 3 attività commerciali sanzionate.

Quattro i pusher arrestati dai Carabinieri, tutti di origini nord africane e senza fissa dimora, di età compresa tra i 19 e 25 anni. I quattro sono stati sopresi dai militari in via degli Aurunci, in via dei Sabelli e via dei Volsci, mentre cedevano dosi di hashish e marijuana a giovani acquirenti, tutti indentificati e segnali al Prefetto. Le perquisizioni hanno permesso di rinvenire e sequestrare ulteriori dosi e denaro contante, ritenuto il provento dell’illecita attività.

In manette anche un cittadino romeno, di 40 anni; l’uomo fermato dai Carabinieri per un controllo, è risultato destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Roma e per lui si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia, dove dovrà scontare una pena di 1 anno e 2 mesi.

I Carabinieri hanno anche denunciato tre persone a piede libero; un cittadino etiope di 36 anni, per detenzione di sostanza stupefacente, mentre un cittadino romeno di 32 anni e un 20enne ecuadoriano, per detenzione illegale di armi e minaccia aggravata. I due sono stati fermati in via Tiburtina e trovati in possesso di 4 coltelli di grosse dimensioni. 

I Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante hanno anche eseguito numerosi accertamenti agli esercizi commerciali della zona elevando sanzioni amministrative per un totale di circa 8 mila euro.

In particolare, in via degli Equi e via dei Volsci, due minimarket sono stati sanzionati per la violazione dei divieti imposti dall’ordinanza sindacale e dalle disposizioni sulla vendita e somministrazione di bevande alcoliche; in via dei Sardi, un altro negozio di vicinato è stato sanzionato per circa 7 mila euro, per aver venduto alcolici, in bottiglie di vetro, oltre l’orario consentito, in violazione dei divieti imposti dall’ordinanza sindacale e dalle disposizioni sulla vendita e somministrazione prefettizie.

I Carabinieri hanno anche sanzionato 5 persone per la violazione dell’ordinanza sindacale perché sorprese a consumare bevande alcoliche sulla pubblica via.

Durante le attività sono state controllate e identificate 78 persone.