Menu
Mostra menu

Roma, 23 e 24 maggio 2005

Conferenza internazionale su strumenti, procedure, standard operativi e ricerca accademica nel settore delle investigazioni su Internet con speciale riferimento alla pedo-pornografia
A Roma, presso la caserma "Salvo D'Acquisto", il 23 e 24 maggio scorso si è tenuta la Conferenza internazionale su "Strumenti, procedure, standard operativi e ricerca accademica (inerente aspetti tecnici e psicologici) nel settore delle investigazioni su Internet con speciale riferimento alla pedo-pornografia". Al seminario, realizzato anche con il supporto finanziario del programma AGIS (European Commission - Directorate General Justice, Freedom and Security Contract nr. JAI/2004/AGIS/113 - December 2004), hanno preso parte delegati provenienti da vari paesi europei ed extraeuropei con lo scopo:
  • di Un momento del convegnoconfrontare il livello tecnico-scientifico dei reparti investigativi specializzati delle forze di polizia dei Paesi partecipanti, operando e favorendo un livellamento verso l'alto degli strumenti e dei metodi di indagine tecnica su Internet;
  • di diffondere in modo capillare nelle Forze di Polizia e negli operatori di Polizia Giudiziaria a qualsiasi livello, una rinnovata cultura delle tecniche di investigazione scientifica e della loro potenzialità;
  • di facilitare le comunicazioni internazionali che risultano strumento fondamentale per poter coordinare le investigazioni nel settore pedo-pornografico su Internet in quanto fenomeno transnazionale;
  • di incentivare al massimo livello i processi, peraltro già in corso nel settore, di standardizzazione dei metodi e degli strumenti;
  • di avvicinare il mondo della ricerca psicologica universitario e para-universitario agli investigatori in modo da consentire a questi ultimi di avere valide indicazioni metodologiche ed ai primi di effettuare studi su casi che hanno dei riflessi immediati nel campo investigativo.

Al termine dell'evento, cui hanno partecipato rappresentanti di organi giudiziari e di polizia, universitari ed organizzazioni investite dal problema dell'High Tech Crime e della pedopornografia, è stato stilato un "documento finale" da diramare a livello europeo al fine di costituire eventuale strumento di supporto a leggi e regolamenti da emanare e di ottenere una maggiore visibilità degli specifici problemi tecnico/investigativi esistenti.