Menu
Mostra menu
Gen. C.A. Renato De Francesco
Gen.C.A. Renato De FrancescoNato a Livorno il 21 giugno 1900 - deceduto a Roma il 17 marzo 1984.
Il 16 ottobre 1914 entrò quale Allievo nel Collegio Militare di Roma e l’8 ottobre 1917 quale Allievo Aspirante Ufficiale di complemento nell’Accademia Militare di Torino, prendendo poi parte al Primo Conflitto Mondiale. Aspirante ufficiale il 17 marzo 1918, fu assegnato al 29° Reggimento d’Artiglieria da Campagna, ove conseguì la promozione a Sottotenente e il passaggio in servizio permanente. Tenente nel 1920, svolse servizio in numerosi reparti di Artiglieria.
Promosso Capitano nel 1928, nel 1932 fu assegnato alla Scuola di Guerra. Destinato a vari incarichi di Stato Maggiore fu promosso Maggiore nel 1937. Tenente Colonnello nel 1940, prestò servizio presso l’Istituto Superiore di Guerra e nel 1942 venne destinato al Comando Supremo. Dopo aver partecipato alla Seconda Guerra Mondiale, il 17 aprile 1947 fu promosso Colonnello
per essere nominato, il 1° maggio 1949, Comandante del 155° Reggimento d’Artiglieria da Campagna “Mantova”. Generale di Brigata dal 7 novembre 1953, continuò a svolgere servizio presso il Comando alleato delle Forze del Sud Europa. Generale di Divisione dal 1° luglio 1956, l’anno successivo assunse l’incarico di Comandante della Divisione di Fanteria “Trieste”.
Il 7 febbraio 1959, promosso Generale di Corpo d’Armata, fu destinato al Ministero della Difesa, per poi essere nominato Comandante Generale dell’Arma dal 1° marzo 1961 al 14 ottobre 1962.
Successivamente assunse la carica di Presidente del Tribunale Supremo Militare sino al 20 agosto 1963. La maggior onorificenza attribuitagli fu la Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia.