Menu
Mostra menu
Gen.C.A. Giuseppe Pieche
Gen.C.A. Giuseppe PiecheNato a Firenze il 7 marzo 1886 - deceduto a Velletri (Roma) il 25 agosto 1977. Il 5 novembre 1905 fece il suo ingresso nella Scuola Militare di Modena per essere nominato Sottotenente nel 71° Reggimento di Fanteria il 5 settembre 1907, dal quale fu trasferito al 38° Fanteria l’anno successivo.
Il 23 febbraio 1913, transitò nell’Arma dei Carabinieri Reali e fu assegnato alla Legione Allievi e poi alla Legione di Roma, dalla quale fu mobilitato per partecipare alle operazioni belliche della Grande Guerra.
Promosso Capitano e quindi Maggiore, resse incarichi territoriali a Roma e presso la Legione di Bologna. Da questa fu destinato in Tripolitania, ove raggiunse, nel 1927, il grado di Tenente Colonnello. Il 17 agosto 1935, promosso Colonnello per meriti eccezionali, fu nominato Comandante della Legione di Palermo. Successivamente, fu posto a disposizione del Comando Generale dell’Arma e, poi, del Ministero della Guerra per incarichi speciali, ottenendo, nel frattempo, la promozione a Generale di Brigata per assumere, tra il 1938 e il 1940, l’incarico dapprima di Comandante della 3a Brigata e, quindi, della 5a.
Ricevuto il grado di Generale di Divisione l’11 novembre 1940, assunse l’incarico di Comandante della 3ª Divisione dei Carabinieri Reali “Ogaden” (Napoli), mentre il 23 febbraio 1943 divenne Vice Comandante Generale.
Nominato Prefetto di Foggia, dal 19 novembre 1943 al 20 luglio 1944 assunse le funzioni, a Bari, di Comandante dell’Arma dei Carabinieri Reali dell’Italia Liberata, partecipando alla Guerra di Liberazione. Il 29 aprile 1945 fu collocato in congedo.
Nominato successivamente Prefetto di Ancona, fu poi Capo della Direzione Generale per i Servizi Antincendio del Ministero dell’Interno.
La maggior onorificenza attribuitagli fu la Croce di Grande Ufficiale dell’Ordine della Corona d’Italia.