Menu
Mostra menu
Gen. C.A. Carlo Ciglieri

Gen.C.A. Carlo CiglieriNato a Torino il 5 ottobre 1911 - deceduto a Campo San Martino (Padova) il 27 aprile 1969. Il 15 ottobre 1929 entrò nell’Accademia di Artiglieria e Genio quale Allievo, per essere nominato Sottotenente in spe nell’Arma di Artiglieria il 1° settembre 1931 ed essere destinato, successivamente, al 1° Reggimento d’Artiglieria da Montagna. Trasferito al 16° Reggimento di Artiglieria, partecipò alla Campagna d’Etiopia, ritornando, poi al precedente reparto. Ammesso all’Istituto Superiore di Guerra nel 1937, fu promosso Capitano l’anno successivo. Destinato in Albania, conseguì il grado di Maggiore nel 1940 con impiego presso lo Stato Maggiore Esercito. Promosso Tenente Colonnello nel 1943, prese parte alla Campagna in Montenegro con la Divisione “Taurinense”, poi ridenominata “Garibaldi”, sino al rientro in Italia nel 1944 con incarichi di Stato Maggiore. Dopo aver partecipato alla Seconda Guerra Mondiale e alla Guerra di Liberazione, rimase in servizio di  Stato Maggiore sino alla nomina a Colonnello il 31 luglio 1951, ove assunse il comando del 2° Reggimento d’Artiglieria da Montagna. Due anni dopo, passò a incarichi di Stato Maggiore, ottenendo la promozione a Generale di Brigata nel 1956 e la contestuale destinazione alla Brigata Alpina “Orobica” quale Comandante. Promosso Generale di Divisione il 22 gennaio 1959, venne destinato allo Stato Maggiore Difesa.
Generale di Corpo d’Armata dal 22 giugno 1963, fu nominato Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri dal 1° febbraio 1966 al 25 febbraio 1968, quando fu destinato dapprima, al Ministero della Difesa per incarichi speciali e, quindi, nominato Comandante designato della 3a Armata. La maggior onorificenza attribuitagli fu la Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare di Savoia.