Menu
Mostra menu
Gen.C.A. Angelo Cerica
Gen.C.A. Angelo CericaNato ad Alatri (Frosinone) il 30 settembre 1885 - deceduto a Roma l’11 aprile 1961. Allievo della Scuola Militare nel 1904. Sottotenente il 14 settembre 1906, fu assegnato al 74° Reggimento di Fanteria. Trasferito nell’Arma e destinato alla Legione Allievi il 30 giugno 1912, prestò servizio presso le Legioni di Palermo e di Napoli, partecipando oi alla Prima Guerra Mondiale. Promosso Capitano durante le operazioni belliche, nel 1920 avanzò al grado di Maggiore per essere destinato presso la Legione di Palermo prima e di Trento poi. Nominato Tenente Colonnello nel 1927, continuò a prestare servizio nell’Arma territoriale. Nel 1935 fu promosso Colonnello e nominato Comandante della Legione Bari. Per i meriti acquisiti nel corso della Campagna d’Etiopia ottenne l’avanzamento a Generale di Brigata e, allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, fu nominato Comandante superiore dei Carabinieri in Africa Settentrionale e quindi Comandante della 4a Brigata. Nel 1942 raggiunse il grado di Generale di Divisione e assunse il Comando della 2a Divisione “Podgora”.
Fu nominato Generale di Corpo d’Armata dal 23 luglio 1943 e contestualmente Comandante Generale dell’Arma.
Fu uno degli organizzatori della custodia di Mussolini all’indomani della riunione del Gran Consiglio del Fascismo. Riprese servizio dal 20 luglio 1944 a disposizione del Ministero della Guerra, per essere nominato Comandante Militare territoriale di Bologna nel 1945. Nel 1947 fu nominato Presidente del Tribunale Supremo Militare. Eletto Senatore della Repubblica il 24 aprile 1948. La maggior onorificenza attribuitagli fu la Croce di Grande Ufficiale dell’Ordine della Corona d’Italia. Venne decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare.