Menu
Mostra menu

Eventi

Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su twitter.com in una nuova finestra del browser     Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su facebook.com in una nuova finestra del browser

Delegazione americana di Interpol in visita al CoESPU
Vicenza (VI) ,  13/03/2017
Delegazione americana di Interpol in visita al CoESPU Delegazione americana di Interpol in visita al CoESPU Delegazione americana di Interpol in visita al CoESPU
Il 13 Marzo 2017, una delegazione Americana della Sede Centrale Nazionale (USNCB) dell’Organizzazione Internazionale di Polizia (INTERPOL), guidata da Wayne H. Salzgaber, direttore di INTERPOL a Washington, ha visitato il Centro di Eccellenza dei Carabinieri per le Polizie di Stabilità (CoESPU) e il Quartier Generale della Gendarmeria Europea (EGF).
L’USNCB rappresenta il distaccamento americano di INTERPOL, con funzioni di raccordo e cooperazione a supporto dell’attività investigativa interna e internazionale. Posto alle dirette dipendenze del Procuratore Generale degli Stati Uniti per il tramite del  Dipartimento di Giustizia, ed in collaborazione con il Dipartimento del Tesoro, l’USNCB è impegnato nel contrasto della criminalità organizzata, del terrorismo, del traffico di stupefacenti, delle frodi finanziarie e  della fuga dei catturandi.
L’USNCB assicura inoltre assistenza in ogni operazione tesa all’applicazione della legge e alla salvaguardia dello stato di diritto, garantendo, nel settore delle indagini internazionali, adeguata circolarità info-investigativa tra gli Stati Federati d’America, le forze di polizia locali ed i paritetici organi INTERPOL di altri paesi.
Al suo arrivo, la delegazione è stata accolta dal Generale di Brigata Giovanni Pietro Barbano, Direttore del CoESPU, e dal Generale di Brigata Philippe Rio, Comandante di EGF.
Concluse le presentazioni ufficiali, il meeting è proseguito presso la locale sala conferenze.
Nel corso del briefing sono state illustrate le molteplici attività e la struttura logistico-organizzativa della caserma Chinotto. Particolare attenzione è stata dedicata alla specifica missione del CoESPU e alla rilevanza assunta a livello internazionale nell’ambito delle strategie globali di Stability Policing (SP) adottate dalle Nazioni Unite (UN), dall’Unione Europea (EU), dall’Unione Africana (AU) e dalla NATO.
Parallelamente è stata sottolineata l’importanza dell’attività investigativa svolta a livello internazionale quale indispensabile valore aggiunto nelle moderne missioni di supporto alla pace (PSOs) a carattere multidimensionale: l’attività di polizia svolta in teatro operativo deve soddisfare i medesimi standard richiesti in patria, garantendo concreti risultati investigativi utili al buon esito della missione per quanto attiene il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica, il rispetto della legge, il contrasto alla criminalità ed il supporto al sistema giudiziario locale. 
Il CoESPU, nella veste di polo dottrinale e rinomato centro di addestramento, in cooperazione con l’EGF e il Centro di Eccellenza NATO (NATO SP-COE), intende rafforzare ed ulteriormente implementare il proprio impegno volto a garantire idoneo contributo a sostegno della capacità globale dei Paesi partecipanti alle PSOs, anche nel delicato settore dell’attività investigativa internazionale.
In tale contesto la visita della delegazione Americana di INTERPOL rappresenta per il CoESPU un ulteriore importante apprezzamento in ambito internazionale: un riconoscimento che ci rende orgogliosi del nostro operato, svolto con passione e nel solco delle più alte tradizioni che da sempre contraddistinguono l’Arma dei Carabinieri.