Menu
Mostra menu

Eventi

Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su twitter.com in una nuova finestra del browser     Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su facebook.com in una nuova finestra del browser

“Combating Human Trafficking along Migration Routes”
Vicenza (VI) ,  17/06/2016
OSCE-03 OSCE-06 OSCE-04 OSCE-01 OSCE-05 OSCE-02

Il 17 giugno 2016 il Centro di Eccellenza per le Stability Police Units di Vicenza – CoESPU  ha ospitato l’evento lancio del Progetto OSCE per il Contrasto alla Tratta degli Esseri Umani lungo le Rotte Migratorie, denominato “Combating Human Trafficking along Migration Routes”.

L’evento, organizzato dall’OSCE – Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa – in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, è stato finalizzato alla definizione di un programma addestrativo pratico, articolato su tre sezioni esercitative che si svolgeranno presso il CoESPU a decorrere da novembre 2016.

Il progetto è finalizzato ad incrementare nei partecipanti la capacità di indagare efficacemente la tratta di esseri umani (Trafficking in Human Beings - THB), identificando prontamente le vittime di THB lungo le rotte migratorie,  attraverso la promozione di un approccio comune basato sul rispetto dei diritti umani.

L’addestramento  prevede innovativi esercizi di simulazione a favore di magistrati, agenti di polizia, ispettori del lavoro e rappresentanti della società civile. Questo approccio ha lo scopo di promuovere “l’apprendimento attraverso riflessioni sull’azione”, in quanto ripropone esperienze reali con simulazioni di forte impatto, evidenziando gli elementi chiave dell’attività di contrasto alla tratta degli esseri umani in modo completamente interattivo, promuovendo in tal senso la cooperazione internazionale e le possibili soluzioni congiunte per fronteggiare le sfide comuni.

Le sezioni addestrative verteranno in particolare sugli aspetti dell’identificazione e dell’attività investigativa inerente il lavoro forzato e lo sfruttamento sessuale. In parallelo, i partecipanti saranno incoraggiati a fare uso proattivo di innovative tecniche investigative, tra cui gli accertamenti finanziari, per tracciare e quantificare  i profitti dei trafficanti.

L’ambizioso progetto è stato ufficialmente presentato dal Segretario Generale dell’OSCE, Ambasciatore Lamberto Zannier, alla presenza della Presidente della Camera, On. Laura Boldrini, del Sottosegretario alla Difesa, On. Domenico Rossi, del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, del Vice Ministro dell’Interno della Repubblica di Albania - coordinatore nazionale contro il traffico di migranti - Elona Gjebrea-Hoxha, del Rappresentante Speciale del Governo Tedesco per la costituzione degli “Hot Spot” per i rifugiati in Italia e Grecia, Detlef Karioth, e del Rappresentante Speciale dell’OSCE e Coordinatrice per la Lotta al Traffico degli Esseri Umani, Madina Jarbussynova.

Nel corso dell’evento, a cui hanno preso parte gli Ambasciatori dei Paesi aderenti all’OSCE, i rappresentanti delle Nazioni Unite e dell’Unione Europea, nonché le massime Autorità civili e militari, nazionali ed internazionali, delle principali Organizzazioni Mondiali, sono state discusse le attuali minacce derivanti dalle rotte migratorie, analizzando le attività di contrasto proposte dal progetto OSCE parallelamente agli auspicati benefici che si intende raggiungere. Sono state inoltre illustrate le molteplici attività condotte presso il CoESPU, con la presentazione della struttura organizzativa e logistica del Centro.

Al termine della visita, tutti i partecipanti all’evento hanno espresso unanime apprezzamento per le svariate attività svolte dal nostro Centro, sottolineando l'importanza del progetto OSCE e della cooperazione con l’Arma dei Carabinieri nell’ambito dei comuni obiettivi perseguiti dall’Italia, dagli Stati membri dell’OSCE e da tutta la Comunità Internazionale.