Menu
Mostra menu

Eventi

Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su twitter.com in una nuova finestra del browser     Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su facebook.com in una nuova finestra del browser

Cerimonia di chiusura del 9° corso FPUCDR
Vicenza (VI) ,  26/07/2016
9TH_FPUCDR_2 9TH_FPUCDR_3 9TH_FPUCDR_4 9TH_FPUCDR_1
Nell’odierna mattinata presso il Centro d’Eccellenza per le Unità di Polizia di Stabilità (CoESPU) di Vicenza si è svolta la cerimonia di chiusura del 9° corso “Formed Police Units Commanders” (FPUCDR 09). 
Le “Formed Police Units” (FPUs) rappresentano unità di “polizia robusta”, addestrate ed equipaggiate per essere impiegate nell’ambito delle attuali e future operazioni di Pecekeeping delle Nazioni Unite (UN). Tali unità, composte indicativamente da 140 operatori di polizia, sono state concepite per intervenire nelle situazioni più critiche che, per complessità e livello di rischio, non possono essere affrontate da singole pattuglie di polizia in normale assetto operativo. In particolare, nell’ambito di una missione di pace, le FPU sono deputate a garantire il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica; la protezione dei civili nonché la sicurezza del personale e delle strutture logistiche delle Nazioni Unite; il supporto a tutte le operazioni di polizia che richiedono specifiche competenze e una capacità di risposta rapida ed articolata. 
Per l’assolvimento dei propri compiti, tali unità di polizia richiedono Comandanti altamente specializzati e professionalmente preparati.
In ossequio alla attuale dottrina UN, nonché alle linee guida del Dipartimento delle Operazioni di Pace delle Nazioni Unite (DPKO), il CoESPU ha istituito questo specifico corso in favore dei Comandanti delle FPU, anche grazie al supporto finanziario fornito dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, nell’ambito degli accordi bilaterali inerenti il progetto denominato Global Peace Operations Initiative (GPOI). 
Questo corso, della durata di 4 settimane, ha fornito ai partecipanti, preventivamente selezionati dalla Divisione di Polizia del DPKO sulla base dei rispettivi curricula di pre-impiego, idonei strumenti per operare appropriatamente nelle nuove missioni di stabilizzazione internazionale, connotate sempre più marcatamente dal coinvolgimento di forze di “polizia robusta”.
Al corso hanno partecipato 23 Ufficiali, futuri comandanti di FPU, provenienti dai seguenti paesi: Bangladesh, Benin, Ghana, Giordania e Nepal. Significativa la presenza del personale femminile, rappresentato da due Ufficiali del Bangladesh, a testimonianza dell’importanza delle donne in quello che è il nuovo approccio integrato alla gestione delle crisi,  secondo l’ormai affermato standard FPU.
Come di consueto le didattiche del corso si sono svolte in lingua inglese anche mediante l’ausilio di Ufficiali dell’Arma nonché di docenti esterni, quali professori universitari ed esperti del settore.
Tale approccio omnicomprensivo ha consentito di sottolineare l’importanza dei valori fondamentali che un moderno comandante di FPU deve assolutamente possedere: integrità, professionalità, rispetto delle diversità e capacità di comando.
La cerimonia conclusiva del 9° corso “Formed Police Units Commanders”, presieduta dal Direttore del CoESPU, Generale di Brigata Giovanni Pietro Barbano, alla presenza delle massime autorità civili e militari a livello provinciale e regionale, ha rappresentato un evento di singolare rilevanza per questo Centro di Eccellenza che, in uno scenario mondiale sempre più colpito da una costante escalation di violenza e crisi internazionali, è fiero di contribuire all’addestramento dei “Peacekeepers” che, al termine di tale specifico percorso formativo, saranno in grado di affrontare con maggior efficacia anche le situazioni più critiche, a salvaguardia dei diritti umani e dei fondamentali valori di pace e libertà.