Menu
Mostra menu

Eventi

Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su twitter.com in una nuova finestra del browser     Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su facebook.com in una nuova finestra del browser

9° corso di Polizia Militare Internazionale
Vicenza (VI) ,  03-15/10/2016
impcp-2 impcp-1 impcp-3

Presso il Centro d’Eccellenza per le Unità di Polizia di Stabilità (CoESPU) di Vicenza è attualmente in atto il 9° corso di Polizia Militare Internazionale (IMP 09).

Il corso, iniziato lunedì 3 ottobre con una durata complessiva di due settimane, vede la partecipazione di 20 operatori di polizia appartenenti alle Polizia Militari (MP) dei seguenti paesi: Corea, Giordania, Malta, Mauritania, Marocco, Mozambico, Senegal, Ucraina  e Italia.

Nel vasto panorama formativo del centro, tale specifico corso propone un iter addestrativo altamente professionale, finalizzato all’implementazione delle conoscenze e competenze del personale addetto ai servizi di Polizia Militare (MP), anche nell’ottica di un eventuale dispiegamento in operazioni di pace internazionali.

A decorrere dalla fine della Guerra Fredda, i compiti devoluti alla Polizia Militare hanno subito una graduale evoluzione. Le moderne operazioni internazionali a carattere multidimensionale richiedono, oggi più che mai, non solo una profonda conoscenza della dottrina e delle migliori tecniche operative, ma anche un rinnovato approccio cognitivo da parte del personale della MP, chiamato ad interagire in ambito internazionale con diverse entità quali, ad esempio, la popolazione locale, la polizia locale, nonché altre forze di polizia dispiegate in teatro operativo, tra le quali anche i Peacekeepers.

Per lungo tempo la Polizia Militare ha rappresentato un servizio limitato al contesto nazionale. Oggi lo spettro delle attività devolute all’MP si sta progressivamente evolvendo. Tale evoluzione comporta un sostanziale rinnovamento, con conseguente acquisizione di competenze comuni ad altre forze di polizia, tanto ad ordinamento civile che militare, usualmente impiegate nelle operazioni di stabilità.

Trasformazioni che incidono sul concetto stesso di Polizia Militare, con una graduale riduzione della prerogativa “militare” a vantaggio di una prevalente connotazione di “polizia”:  tendenza che deve essere ben conosciuta da parte degli specialisti di settore.

Un focus specifico sarà dedicato alla comprensione del ruolo svolto dalla MP, attraverso l’analisi della relativa dottrina e dell’impiego nelle missioni internazionali.

Massimo risalto verrà inoltre dato alle lezioni apprese nel corso delle recenti operazioni di MP, al fine di individuare ed approfondire le migliori procedure operative.

Come di consueto, le didattiche del corso sono svolte in lingua inglese mediante l’ausilio di Ufficiali dell’Arma nonché personale esterno,  titolato nello specifico settore.

Durante il corso i frequentatori saranno chiamati ad interagire con i docenti, condividendo le proprie conoscenze e le loro personali esperienze correlate alle tematiche affrontate.

Un approccio proattivo e multidisciplinare che consentirà l’acquisizione di importanti strumenti operativi da parte del personale in addestramento, che, al termine del corso, sarà in grado di affrontare professionalmente e con maggior efficacia anche le situazioni più critiche, connesse al complesso servizio reso dalla Polizia Militare.