Menu
Mostra menu

Eventi

Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su twitter.com in una nuova finestra del browser     Il link apre il profilo ufficiale del CoESPU presente su facebook.com in una nuova finestra del browser

13° Corso Protection of Civilians
Vicenza (VI) ,  12/10-02/11/2016
13POC1 13POC2

Presso il Centro d’Eccellenza per le Unità di Polizia di Stabilità (CoESPU) di Vicenza è attualmente in atto il 13° corso Protection of Civilians (POC 13).

Il corso, iniziato lunedì 12 ottobre 2016 e con una durata complessiva di tre settimane, vede la partecipazione di 32 operatori di polizia provenienti dai seguenti paesi: Benin, Burkina Faso, Camerun, Cile, Gabon, Ghana, Indonesia, Giordania, Mali, Mauritania, Marocco, Nepal, Nigeria, Pakistan, Romania, Togo, Uganda, Ucraina.

Particolarmente rilevante la presenza di una nutrita rappresentanza femminile tra i partecipanti, a testimonianza del valore aggiunto apportato dalle donne nel contesto   della strategia delle Nazioni Unite (UN) per la gestione delle crisi internazionali.

Le moderne operazioni di pace a carattere multidimensionale sono spesso chiamate a garantire anche l’adempimento delle attività di governo proprie delle istituzioni statali  del paese ospitante, non più operative a causa di crisi e conflitti: la protezione dei civili (POC) rientra a pieno titolo tra gli obiettivi prioritari delle missioni UN.

Il concetto di POC viene sintetizzato dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite con la seguente definizione: “Tutte le attività necessarie, incluso l’uso della forza letale, per prevenire e fronteggiare la minaccia di violenza fisica ai danni della popolazione civile, nell’ambito delle proprie capacità operative e della propria area di intervento, senza pregiudizio per le responsabilità del governo ospitante”1.

Nella fase antecedente lo schieramento in teatro operativo, il personale designato a partecipare ad una missione, necessita di uno specifico addestramento finalizzato a comprendere la dottrina UN e le correlate procedure attinenti l’attività POC.

Questo corso, avvalendosi dei moduli addestrativi standard UN e delle linee guida proposte del UN DPKO, è in grado di garantire un addestramento professionale di altissimo livello.

Durante il corso i frequentatori sono chiamati ad interagire proattivamente con i docenti, condividendo le proprie precedenti esperienze professionali in merito alle didattiche trattate.

Tale approccio agevola la piena comprensione delle diversificate vulnerabilità che caratterizzano la popolazione nelle aree di crisi, facilitando l’apprendimento delle migliori procedure operative a tutela delle fasce più deboli.

Il corso intende inoltre fornire competenze investigative ed operative in specifici settori di intervento, quali la protezione dalle violenze di genere (SGBV), in linea con gli standard UN. Particolare attenzione verrà rivolta al concetto di tutela delle diversità, nell’accezione più generale del termine e nel rispetto della cultura e delle tradizioni locali.

Come di consueto, le didattiche del corso sono svolte in lingua inglese mediante l’ausilio di Ufficiali dell’Arma nonché personale esterno, rappresentato da docenti universitari e  qualificati rappresentanti delle pubbliche istituzioni.

Un approccio proattivo e multidisciplinare che consentirà l’acquisizione di importanti strumenti operativi da parte del personale in addestramento, che, al termine del corso, sarà in grado di assolvere professionalmente il proprio mandato, a garanzia di un’efficace protezione delle fasce più deboli della popolazione.