Page 9 - Il Carabiniere 2023-5
P. 9

016_019_AngelaManzoni.qxp_car05  26/04/23  12:18  Pagina 21









                                                                 Tra i tanti personaggi principali e minori, Lucia appare a
                                                                 prima vista il più scialbo, quasi una “santarellina”. Ma è
                                                                 una impressione falsa: a leggere bene, si scoprirebbe che
                                                                 è lei la vera protagonista del romanzo.  Tutto ruota
                                                                 attorno ai suoi silenzi, ai suoi pudori, e in effetti va tutto
                                                                 come vuole lei.
                                                                 Manzoni si aspettava grandi cose, anche dal punto di
                                                                 vista economico, da I promessi sposi. Il successo, infatti, è
                                                                 immediato: grande la popolarità, ma pochi i guadagni.
                                                                 Il diritto d’autore non è ancora efficacemente garantito.
                                                                 Si moltiplicano le edizioni pirata. Impotente a contrastarle,
                                                                 a un certo punto Manzoni pensa di farsi editore di se
                                                                 stesso con una ricca edizione illustrata: il risultato è un
                                                                 salasso economico, molti ne avevano già una copia, non
                                                                 intendevano acquistarne una seconda. La sua fama, co-
                                                                 munque, si diffonde in tutta Europa e I promessi sposi di-
                                                                 venta per molti il libro italiano per eccellenza, quello che
                                                                 rappresenta al meglio il carattere di un’intera nazione.
                                                                 Intanto nel 1833, a soli 42 anni, è morta Enrichetta
                                                                 Blondel, stremata dalle troppe gravidanze e dalla tisi.
                                                                 Alessandro ne è profondamente scosso, depresso. Se per
                                                                 fargli conoscere Enrichetta era stata la madre a darsi da
                                                                 fare, stavolta sono gli amici a fargli conoscere una ricca
                                                                 vedova, Teresa Borri, con un figlio diciottenne. E così,
                                                                 nel 1837, Manzoni si risposa: ha 51 anni, Teresa 37. La
                                                                 moglie diventa la gelosa custode della gloria del marito,
                                                                 limitando molto il ruolo della suocera.
                                                                 Nel 1860, appena fatta l’Unità d’Italia, Manzoni viene
                                                                 nominato Senatore del Regno e membro della Com-
                      Fu Giuseppe Verdi, alla morte dell’amico scrittore Alessandro   missione per l’unificazione della lingua. Nonostante la
                          Manzoni, a scrivere per lui la celebre Messa da requiem.    fama e gli onori che gli vengono tributati, lo scrittore
                       In alto: un dipinto ispirato a un episodio de I promessi sposi   passa lunghe fasi di inedia e di malinconia. Ogni pome-
                                                                 riggio lo si vede compiere una passeggiata per le strade
                  dove tutto è governato dalla Provvidenza divina. E in   attorno alla casa milanese, da tutti riverito e salutato
                  questo una qualche responsabilità ce l’ha la scuola,   come Don Lisander. Gli amici più intimi vanno a tro -
                  che l’ha reso una lettura obbligatoria e perciò invisa   varlo con regolarità tra le otto e le undici di sera. Tra i vi-
                  agli studenti. Per rimediare Umberto Eco consigliava   sitatori, anche Giuseppe Verdi.
                  di leggerlo di nascosto, sotto il banco, come se si   Il 22 maggio 1873, all’uscita dalla messa ascoltata nella
                  trattasse di un libro proibito. Soltanto in tal modo ci   chiesa di San Fedele, Manzoni scivola e batte la testa su
                  si accorgerebbe che si tratta di un romanzo davvero   uno scalino. Ai solenni funerali nel Duomo di Milano
                  avvincente, pieno di colpi di scena, di avventure, di   prendono parte le più alte autorità dello Stato, tra cui il
                  tradimenti. E con un linguaggio potente e pieno di   futuro re Umberto I.
                  humour al tempo stesso. Ambientato nel Seicento, al-  Profondamente scosso dalla notizia, Giuseppe  Verdi
                  l’epoca della dominazione spagnola, intendeva parlare   scrive la solenne Messa da requiem, uno dei suoi capolavori,
                  dell’Italia ottocentesca dominata dagli austriaci, e oggi   da eseguire in occasione del primo anniversario della
                  parlerebbe dei nostri tempi.                   morte del grande scrittore.
   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14