Menu
Mostra menu

Editoriale

Copertina del numero

Copertina del Supplemento alla rassegna nr. 3/2003 - Serie "Atti" - nr. 1



La riforma del pubblico impiego, avviata con il d. lg. 3 febbraio 1993, n. 29, e portata a compimento con il d. lg. 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, ha esaltato la specificità della normativa riferita al personale militare. Una specificità emblematicamente rappresentata dalla necessità di distinguere, nell’ambito militare, tra “stato giuridico” e “rapporto d’impiego”, ove il primo costituisce una situazione giuridica soggettiva che accompagna l’appartenente alle Forze armate dall’arruolamento (al di là della natura volontaria o obbligatoria) sino alla collocazione in congedo assoluto. Mentre il rapporto d’impiego disciplina il complesso dei diritti e dei doveri che ineriscono esclusivamente ai militari in servizio permanente.

Non si può dimenticare, peraltro, che lo sviluppo storico della regolamentazione del rapporto d’impiego del personale militare ha spesso anticipato soluzioni adottate in altri settori del lavoro pubblico, pur conservando la caratteristica, complessa frammentazione in numerose disposizioni di legge, distinte per categorie di personale, per forze armate e corpi armati, nonchè per singole materie (tradizionalmente individuate nel reclutamento, nello stato giuridico e nell’avanzamento). In questo contesto, accogliamo ben volentieri questo studio sullo stato giuridico del personale militare, che si presenta come sintesi ragionata di un quadro legislativo e giurisprudenziale piuttosto articolato e di non sempre agevole interpretazione.

L’autore si è impegnato in un lodevole sforzo compilativo, soprattutto se si considera la mancanza di una solida raccolta dottrinale di riferimento, sinora punteggiata soltanto da singole ed estemporanee analisi. Da sempre considerata una materia tecnica e per pochi addetti ai lavori, lo stato giuridico del personale militare e, soprattutto, le questioni applicative in tema di rapporto d’impiego, stanno suscitando un crescente interesse culturale e scientifico, di cui rinveniamo echi autorevoli e stimolanti sulle principali riviste di settore. La Rassegna, rispondendo alle sue finalità di aggiornamento e approfondimento professionale, vuole quindi proporre ai suoi lettori un’opera che è riuscita sicuramente a delineare un armonico quadro d’insieme, completo nelle sue linee essenziali. E questo è un pregio di non poco conto, di cui siamo sinceramente grati all’autore.

Gen. D. Leonardo Gallitelli