Menu
Mostra menu

Questioni internazionali - Manager in uniforme

a cura di Magg. Ugo Cantoni (tratto da Truppendienst n. 266, 5/2002, pag. 517).

Forse nessun altro gruppo sociale è stato nel corso del tempo così riverito, osannato, maledetto, dimenticato e misconosciuto come quello degli ufficiali. Quali sono le caratteristiche di questa categoria professionale, o, forse meglio, di questa casta? Dove sono le sue radici? Sono negli ufficiali “Manager” (della forza) degli eserciti gestiti in modo moderno oppure il loro ambito di azione va oltre a questo? L’autore, storico e lui stesso ufficiale, descrive in quest’opera sia i requisiti degli ufficiali del 21° secolo, che i diversi stadi evolutivi che hanno portato alla professione di ufficiale. L’opera offre di questo al lettore sia un eccellente panoramica storica, che una descrizione dello stato attuale del corpo ufficiali, soprattutto per quanto riguarda l’Austria.
Le prime regole e le più antiche forme del comando militare, come i cavalieri, i mercenari e i lanzichenecchi, il corpo ufficiali della riforma militare orangista, il corpo ufficiali prussiano, l’ufficiale dell’epoca teresiano-giuseppina, l’ufficiale nella prima repubblica, gli ufficiali austriaci nell’esercito tedesco e l’ufficiale nell’esercito federale della seconda repubblica, sono egualmente trattati in modo preciso ed in una forma molto chiara. Il lettore troverà inoltre affrontate questioni “eterne” come ufficiali e cultura, preparazione specialistica o generalistica, coscienza di casta, ma anche [di temi meno consueti come] ufficiali e politica. Le appendici sono costituite da alcuni documenti storici come ad esempio “patenti di arruolamento” e organici di reggimenti, nonché dalla bibliografia. Il libro è senz’altro un profondo contributo [scientifico], ma soprattutto un ausilio essenziale per un confronto con l’insieme delle funzioni e la autocomprensione dell’ufficiale (austriaco).