Menu
Mostra menu
DIRITTO
DIFESA A CHI NON NE HA
12/10/2020
di Carla Campanaro [Avvocato Responsabile Ufficio Legale LAV]

È difficile districarsi nella normativa che riguarda i maltrattamenti sugli animali, per questo i Carabinieri e la Lav hanno realizzato un manuale tecnico-giuridico a disposizione degli addetti al settore

FOTO A

Ogni ora in Italia un animale è vittima di violenze, spesso impunite. La protezione degli animali è un tema di estrema attualità, anche alla luce della recente pandemia che conferma lo stretto legame tra maltrattamenti sugli animali e sicurezza pubblica, come nel traffico di specie protette o negli allevamenti intensivi. Gli animali sono vittime di crimini - violenza, bracconaggio, traffici illegali, scommesse clandestine - dovuti spesso a logiche gestionali che non destinano risorse economiche alle loro cure, nonostante le norme lo impongano, o all’ignoranza dei quadri normativi di riferimento.

Questi problemi derivano da lacune normative in ambiti delicati, come la disciplina dei sequestri, o dalla carenza di risorse per far fronte a operazioni di polizia giudiziaria dove è in gioco la vita di migliaia di animali: non esistono strutture pubbliche dove collocare quelli vittime di reato.

Le norme a protezione degli animali poi sono sempre più numerose, in ambito amministrativo e penale, e racchiudono l’intento del legislatore europeo e nazionale di destinare sempre maggiori tutele agli animali, in particolare quelli ancora oggi oggetto di attività commerciali. Ma sono anche di difficile coordinamento tra normative europee, nazionali e degli enti locali, mancando un testo unico sulla materia. Il manuale “Norme di diritto penale e amministrativo a tutela degli animali - procedure e casi pratici, con focus su aspetti medici veterinari correlati”, realizzato da LAV, Arma dei Carabinieri e autori vari, è destinato a formare personale specializzato nel contrastare i reati a danno di animali. Ogni anno quasi 10mila animali sono vittime di violenze in Italia, secondo stime LAV: un fenomeno da combattere per la sua gravità.

FOTO B MANUALEIL MANUALE

Il volume fornisce analisi di “casi pratici” nella fenomenologia dei crimini contro gli animali. In un unico testo sono raccolte norme amministrative e penali, relativa giurisprudenza e procedure a tutela degli animali. Una ricchezza di competenze in ambiti che vanno oltre il diritto, fino all’area medico-veterinaria, medico-forense, farmacologica e di doping, sociologica, psicologica e filosofica. Esperienze sul campo con riferimento a vicende giudiziarie come Green Hill (allevamento di cani destinati alla sperimentazione, condannato fino in Cassazione per maltrattamenti e uccisioni) o che riguardano il contrabbando di specie protette. Realizzato in attuazione del Protocollo d’intesa tra LAV e Arma dei Carabinieri, il Manuale è una novità “multidisciplinare”, a cominciare dagli I Carabinieri forestali durante un controllo all’interno di un canile. aspetti di diritto pubblico riguardanti gli animali: vengono esaminate le discipline amministrative nei vari ambiti per lo più commerciali (circhi, zoo, caccia, macellazione, allevamenti, trasporto, sperimentazione animale). Suddiviso in sette capitoli, il libro si avvale di esperti di elevato profilo nei vari ambiti. Si parla di temi legati alla protezione degli animali d’affezione, selvatici ed esotici, come pure delle norme penali correlate all’analisi di alcune importanti operazioni di contrasto. Una parte specifica è dedicata al traffico degli animali e agli allevamenti intensivi. L’Arma ha approfondito i temi relativi alle tecniche investigative e al traffico di specie protette relative alla normativa CITES, casi pratici e sanzioni. Ha analizzato i reati introdotti dalla Legge 189/2004, uccisione e maltrattamento di animali, con ampia disamina della giurisprudenza in materia. Fino all’analisi del maltrattamento come reato associativo, le forme di maltrattamento organizzato tipiche della Zoomafia, e devianze che vanno dalla zooerastia alla zoocriminalità minorile.

FOTO C - Sequestro canile di Rossano“Ogni anno quasi 10mila animali sono vittime di violenze in Italia, secondo stime LAV: un dato impressionante che caratterizza la nostra società ma anche un fenomeno complesso e da contrastare per la sua gravità e per i rischi correlati – afferma Gianluca Felicetti, Presidente LAV – proprio per questa ragione il Manuale si avvale della straordinaria collaborazione di oltre 20 autori, con professionalità in campi differenti, dall’area del controllo e della repressione dei reati, all’accertamento attraverso le conoscenze medico-veterinarie, psicologiche e filosofiche, fino al dettaglio di procedure e casi pratici che possono essere particolarmente utili per il personale delle Forze di Polizia”.

L’opera offre così una fattiva applicazione del Protocollo d’intesa, che prevede la cooperazione per attività formative reciproche in materia di tutela degli animali anche mediante la pubblicazione sui siti web istituzionali.

 

Clicca QUI per i contenuti extra