Menu
Mostra menu
EDITOR a cura di Giula Corrado
AMICO SAURO… UN CUCCIOLO DI DRAGO
01/02/2019

di Giulia Corrado



FOTO AINDOVINA CHI SONO? Mi chiamo Sauro e provengo da una famiglia numerosa, quella dei sauri appunto! Geco, iguana, varano e lucertola i miei grandi cugini. Indosso una cresta bizzarra, ho strane protuberanze e mi vesto con squame colorate e brillanti. La mia lingua arrotolata è infallibile e i miei occhi roteanti e indipendenti fanno girare la testa. Anche se la mia descrizione può spaventarti, dal vivo ti assicuro sono un “tipo” innocuo e affascinante. Ah dimenticavo di dirti che il mio scheletro si può illuminare al buio! Avete capito chi sono? …IL CAMALEONTE (Chamaeleo chamaeleon)



CASA DOLCE CASA: anche se forse sarebbe meglio dire albero dolce albero, perchétrascorro le mie giornate aggrappato ai rami degli alberi o tra i cespugli. Puoi incontrarmi, quando sono allo stato “brado”, nelle foreste del Madagascar, dello Sri Lanka o anche in Europa però solo in Grecia e in Andalusia. Se vuoi portarmi a casa tua sappi che lo farò solo se rispetterai regole precise e se mi costruirai un camaleontario: una casa su misura per me!

 

MOLTO PIÙ DI UNA LINGUA: una vera e propria catapulta, a forma di clava e ricoperta da una sostanza appiccicosa, si srotola e mi consente di raggiungere distanze notevoli in un batter d’occhio e, con una precisione infallibile, catturare la preda. 

FOTO B

ROBUSTE ZAMPE A TENAGLIA: se l’amico geco ha potenti ventose sui polpastrelli delle zampe alla spiderman-maniera, noi camaleonti ci aggrappiamo saldamente e ci spostiamo in tutta sicurezza sui rami degli alberi grazie agli artigli: le zampe anteriori ne hanno due sul dito esterno e tre su quello interno. Nelle zampe posteriori questi numeri sono invertiti.

 

OCCHI INDIPENDENTI: semplicemente noi guardiamo il mondo con occhi diversi, con uno da una parte e con l’altro in direzione differente. Ogni nostro occhio ha un campo visivo di 180° sul piano orizzontale e di 80° su quello verticale. Una visione strabiliante!

 

LE MIE ABITUDINI: tra noi draghetti regna la calma. Non siamo troppo giocherelloni e nemmeno dispettosi, siamo facilmente addomesticabili e il nostro atteggiamento intimidatorio può tenere alla larga soggetti irrispettosi: basterà alzare la cresta, tirare fuori gli artigli e mostrare con vanto la lunga e robusta coda, è questa la nostra arma vincente.

 

VIETATO MALTRATTARCI: uomo stai attento! Il commercio, la detenzione e lo scambio di noi simpatici sauri sono sottoposti a precisa regolamentazione che vieta uno sfruttamento non rispondente alle nostre esigenze. Semplicemente dobbiamo sempre viaggiare scortati dalla documentazione “Cites” che attesti la nostra legale provenienza.

 

UN ABITO PER OGNI OCCASIONE: il nostro manto cromatico si adatta bene all’ambiente circostante, che va dal verde al marrone passando anche per il giallo, e non cambiamo colore solo per mimetizzarci con ciò che ci circonda. Il cambio d’abito lo dedichiamo alle grandi occasioni e alle forti emozioni, che sia un batticuore, un terribile spavento o un accanito combattimento…chi avrà la meglio? È facilmente intuibile, sarà il manto più variopinto.

 

UN POSTO AL SOLE: fedeli al nostro territorio, trascorriamo le giornate in cerca di calore, è per questo che siamo “baciati dal sole” e solo dopo aver raggiunto una temperatura corporea ottimale ci organizziamo per procurarci il cibo (insetti vivi di piccole dimensioni).

 

COME FARE UN CAMALEONTE CON LE MOLLETTE:Camaleonte fatto con mollette - FOTO E

OCCORRENTE:       

Molletta da bucato

Tempera verde, gialla, arancione

Cartoncino verde e rosso

2 perline di legno o plastica

Colla e forbici

 











COME PROCEDERE
: prendete una molletta di legno da bucato e dipingetela con la tempera a strisce e lasciatela asciugare, poi ritagliate dal cartoncino verde le sagome delle zampe e della cresta e da quello rosso ricavate una strisciolina da arrotolare per la lingua. Poi prendete le 2 perline per gli occhi e fissate il tutto con la colla.