Menu

Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori (OSCAD)

Logo dell'OSCADL' "Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori” (“OSCAD”) è stato istituito allo scopo di agevolare i soggetti facenti parte di minoranze nel concreto godimento del diritto all’uguaglianza dinanzi alla legge ed alla protezione contro le discriminazioni.

Rimuovere gli ostacoli che impediscono la fruizione di tale diritto universale, riconosciuto dalla “Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo” nonché da varie Convenzioni europee ed internazionali, è segno del livello di civiltà di un Paese e costituisce, pertanto, un obiettivo da perseguire con determinazione.

L’OSCAD, incardinato nell’ambito del Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Direzione Centrale della Polizia Criminale, è presieduto dal Prefetto Francesco Cirillo, Vice Direttore Generale della P.S. – Direttore Centrale della Polizia Criminale, ed è composto da autorevoli rappresentanti della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.

In data 29 maggio 2013 l'OSCAD ha aderito al programma TAHCLE attraverso la firma di un Memorandum of Understanding con l'OSCE.
Tale programma, nell'ambito di un accordo internazionale, facilita e uniforma l'addestramento delle Forze di Polizia italiane nelle attività di prevenzione e repressione degli Hate Crime (crimini ispiratio dall'odio).

In particolare, l’OSCAD:
  • mantiene rapporti con le associazioni rappresentative degli interessi lesi dalle varie tipologie di discriminazione e con le altre istituzioni, pubbliche e private, che si occupano di contrasto alle discriminazioni. In particolare, sono stabiliti stretti contatti con l’Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o l’origine etnica (UNAR) del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il quale è stato siglato, il 7 aprile 2011, un protocollo di intesa finalizzato a definire i contenuti del rapporto di collaborazione tra i due organismi, allo scopo di ottimizzarne i risultati;
  • riceve le segnalazioni di atti discriminatori attinenti alla sfera della sicurezza, da parte di istituzioni, associazioni di categoria e privati cittadini, per monitorare efficacemente i fenomeni di discriminazione determinati da origine etnica o razziale, credo religioso, orientamento sessuale, handicap…:

alla email oscad@dcpc.interno.it;
ai numeri di fax 0646542406 e 0646542407;

  • attiva, alla luce delle segnalazioni ricevute, interventi mirati sul territorio, da parte della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri;
  • segue l’evoluzione delle denunce di atti discriminatori presentate direttamente alle forze di polizia;
  • propone idonee misure di prevenzione e contrasto.

In ogni caso, la segnalazione di un atto discriminatorio all’OSCAD NON sostituisce la denuncia di reato alle forze di polizia, nè costituisce una modalità di attivazione d’emergenza delle medesime in alternativa al 112 o al 113.