Menu
Mostra menu
Ufficio Relazioni con il Pubblico
"Ascolto dei giovani"
Customer Satisfaction
Comunicare con l’Arma dei Carabinieri

Diritto di Accesso

Documenti amministrativi - ai sensi della Legge n. 241/1990. È il diritto di tutti cittadini (che dimostrino di avere un interesse diretto, concreto e attuale corrispondente ad una situazione giuridica tutelata e connessa al documento oggetto della richiesta) di richiedere, di prendere visione e, eventualmente, ottenere copia dei documenti amministrativi (ogni rappresentazione grafica, foto cinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie, del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse).

Sono previste due modalità di accesso:

Accesso informale
presentandosi direttamente al Comando/Ufficio che ha formato o detiene stabilmente l’atto richiedendo anche verbalmente il documento oggetto dell’accesso.

Accesso formale
con una richiesta formale, presentata direttamente all’unità organizzativa ritenuta competente ovvero mediante l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comando Generale o tramite i Nuclei Relazioni con il Pubblico, preferibilmente mediante la compilazione del modulo predisposto.

Civico e civico “Generalizzato” - ai sensi della D.Lgs. n. 33/2013.

E’ il diritto di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione e nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis del D. Lgs. N. 33/2013, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche, nonché allo scopo di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico. L’accesso generalizzato può essere presentato da chiunque. Infatti, non occorre possedere, né dimostrare, una specifica legittimazione soggettiva, e chiunque può presentare richiesta, anche indipendentemente dall’essere cittadino italiano o residente nel territorio dello Stato. Per presentare la richiesta di accesso generalizzato (preferibilmente mediante la compilazione del modulo predisposto) non è necessario fornire una motivazione: tutti i soggetti cui si applica il diritto di accesso generalizzato sono tenuti a prendere in considerazione le richieste di accesso generalizzato, a prescindere dal fatto che queste rechino o meno una motivazione o una giustificazione a sostegno della richiesta.

Le istanze possono essere presentate:

  • mediante la Posta Elettronica Certificata (P.E.C.), strumento privilegiato per le comunicazioni, in via telematica, con la Pubblica Amministrazione;
  • personalmente, sottoscrivendola dinanzi al dipendente addetto a riceverla (in quest’ultimo caso l'Ufficio è tenuto a rilasciare ricevuta);
  • inviandola, firmata, per posta ordinaria o per fax, allegando la fotocopia non autenticata di un proprio documento di identità o di riconoscimento, oppure tramite posta elettronica utilizzando la firma digitale o mediante la carta d’identità elettronica o la carta nazionale dei servizi.